menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della presentazione di "Deathpoint"

Un momento della presentazione di "Deathpoint"

Libri, Stefano Bolotta presenta "Deathpoint" e raddoppia: "Al lavoro su un nuovo romanzo"

Il giornalista e scrittore lecchese ha tolto i veli dal suo lavoro, in cui offre una visione futuribile del mondo, ormai inquinato dal progresso, e avvincenti storie di sport

Era il lontano luglio 2008 quando Stefano Bolotta scrisse le prime parole di "Deathpoint", romano che offre una realtà futuribile e moralmente corrotta dai progressi tecnologici, cui fa da contraltare un mondo surreale spoglio e genuino.
Il romanzo d'esordio del 36enne giornalista lecchese è una fatica letteraria originale e complessa, edita con Youcanprint e disponibile da qualche settimana in formato cartaceo e in ebook.

Giovedì sera presso il punto vendita Ibs-Libraccio Bolotta ha ufficialmente presentato il suo lavoro, che descrive con lungimirante fantasia un futuro non troppo lontano, il 2050, ambientando la storia fra gli Stati Uniti, divenuti Ex Repubblica oligarchica d'America, l'Europa e un mondo immaginario. Narra le vicende di Jack Muffin, tennista dallo sconfinato talento ma dal carattere bizzoso, che si troverà a compiere un viaggio straordinario in cerca di un riscatto; e di Matt Porter, politico e rappresentante dei Circoli del libero pensiero e commercio, associazione che alla fine degli anni Trenta ha ripristinato, non senza versare sangue, la democrazia nell'Ex Repubblica oligarchica d'America. L'autore disegna un futuro totalmente inquinato dalle telecomunicazioni, penetrate ormai nel dna degli uomini; in questo contesto sociale, una nuova minaccia oligarchica si profila all'orizzonte. Porter lotterà insieme a un manipolo di idealisti per mantenere la democrazia nel Paese, Jack Muffin invece per conoscere meglio se stesso e rivalutare gli sciagurati errori compiuti nei suoi ventiquattro anni di vita.

E il futuro potrebbe riservare un altro manoscritto, come confermato da Bolotta stesso ai nostri microfoni: "E' vero - ci spiega - ci sto lavorando e il sogno è essere qui l'anno prossimo a presentarlo. E' stato molto emozionante avere qui tanta gente che con me ha condiviso il percorso di 'Deathpoint'".

Il romanzo è pubblicato con una piattaforma di self publishing e distribuito in tutti gli store così come ordinabile nelle librerie. Chi volesse saperne di più, o acquistare "Deathpoint", può visitare il blog dedicato all'indirizzo https://romanzodeathpoint.blogspot.it.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento