rotate-mobile
Cronaca Piazza V Alpini

Messaggi sui social e candele alla finestra, i lecchesi ricordano "Malpo"

Cordoglio e commozione per il tatuatore scomparso a trentun anni

È profondo il cordoglio dei lecchesi, in particolare i giovani, per la morte di Marco "Malpo" Malpetti, tatuatore scomparso ieri 13 ottobre a soli 31 anni.

All'ospedale Manzoni, dove si trovava ricoverato per un malore, è stata allestita la camera ardente, dove i tanti amici potranno dargli l'ultimo saluto prima dei funerali, che si terranno in forma privata. Dopo le esequie, la salma verrà cremata

Nel frattempo il cordoglio degli amici e dei clienti passa anche per i social: sono in molti, infatti, i messaggi lasciati in queste ore da coloro che portano sulla pelle le opere del tatuatore, e che ancora non si capacitano della sua scomparsa. 

"Sono felice di poter portare per sempre sulla mia pelle una delle tue innumerevoli opere d'Arte", "Hai dato inizio alla storia sulla mia pelle", "Onorato di avere un tatuaggio fatto da una grande persona come te": questi alcuni dei messaggi che si leggono sulla pagina di TanukInk, lo studio che il giovane aveva aperto nel 2011 in piazza V Alpini, nel rione lecchese di Germanedo. Nella serata di ieri, inoltre, molti giovani si sono accordati tramite Facebook per ricordarlo con una candela accesa sul balcone di casa o sul davanzale della finestra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messaggi sui social e candele alla finestra, i lecchesi ricordano "Malpo"

LeccoToday è in caricamento