Cronaca Via Bruno Buozzi

Insulti ai migranti del Bione, durissimo Crimella (Pd): "Condanna senza se e senza ma"

Il segretario dei Democratici lecchesi contro gli autori del gesto: "Incapaci di affrontare i problemi che derivano dal far parte della comunità"

Insulti dalle auto in corsa e oggetti lanciati verso la recinzione del campo del Bione: sarebbe questa la "pratica" che, stando a quanto denunciato dai gestori del centro di accoglienza, sembra si ripeta quotidianamente negli ultimi giorni, e che ha indignato profondamente Fausto Crimella, Segretario del Partito democratico lecchese.

«Apprendo con sconcerto quanto successo in queste ore al Bione nei confronti degli immigrati ospitati in città, e non posso che esprimere una durissima condanna verso l’inciviltà e l’ignoranza di tali soggetti»: non usa mezzi termini Crimella, secondo cui gli autori di questi gesti «mascherano la propria incapacità ad esprimere un pensiero e ad affrontare i problemi che derivano dal far parte della comunità, dietro gesti e parole come quelli di cui sono stati destinatari i profughi ospitati presso la struttura cittadina».

«Mi auguro che si possa giungere in breve tempo all’identificazione dei responsabili - auspica il segretario Dem - e che atteggiamenti come questi vengano condannati da tutti senza se e senza ma, nell’ottica di un’accoglienza sinonimo di rispetto e integrazione».

Il campo allestito nell'area solitamente destinata agli spettacoli viaggianti, dallo scorso agosto ospita un centinaio di migranti, in attesa che le pratiche per la richiesta di asilo siano esaminate ed, eventualmente, accettate. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti ai migranti del Bione, durissimo Crimella (Pd): "Condanna senza se e senza ma"

LeccoToday è in caricamento