rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Nibionno

Operazione "Connection", anche un nibionnese fra i cinquanta arrestati

In manette 47 italiani, due marocchini e uno spagnolo: il giro di spaccio arrivava dal Meratese alla Sardegna.

C'è anche un nibionnese fra le cinquanta persone arrestate ieri mattina nell'ambito dell'operazione Connection, che ha permesso ai carabinieri di sgominare un giro di spaccio di stupefacenti attivo in Brianza e nella provincia di Milano.

Dalle prime luci dell'alba di ieri 23 febbraio sono entrati in azione oltre 500 militari in 9 province italiane, fra cui la compagnia di Lecco e il nucleo cinofilo di Casatenovo: in manette sono finiti 47 italiani, due marocchini e uno spagnolo, ritenuti responsabili di un ingente traffico di stupefacenti e reati collegati alle armi.

connection5

Le indagini, partite nel 2013 e coordinate dai carabinieri di Monza, Desio e Vimercate, hanno, hanno permesso di individuare due sodalizi criminali, entrambi molto radicati sul territorio lombardo: il primo, composto da 21 italiani e i tre stranieri, aveva la sua base a Lesmo (Mb) ed era dedito allo spaccio di cocaina e hashish in tutti i comuni della Brianza e nel Meratese, nell'hinterland milanese, fino a lambire la provincia di Lodi, e in Sardegna.

La seconda "cricca", composta di altri 26 italiani, si occupava invece di approvvigionamento e stoccaggio della cocaina, oltre che di spaccio in Brianza. Il tutto messo in atto con l'uso anche di armi illecite (di cui è stato trovato in possesso uno degli arrestati). In carcere sono finiti in 21, mentre per altri 18 sono scattati gli arresti domiciliare e per 11 l'obbligo di dimora.

Operazione "Connection", sgominato giro di spaccio in Brianza e nel Meratese

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione "Connection", anche un nibionnese fra i cinquanta arrestati

LeccoToday è in caricamento