menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'arrestato

L'arrestato

Arrestato spacciatore coinvolto in "Baby park", deve scontare sette anni

L'uomo faceva parte della banda sgominata nel 2012 dalla Questura lecchese

Faceva parte di una banda di spacciatori attivi in Brianza Abdessamad Mhijir, pregiudicato di origine marocchina arrestato dalla polizia di Lecco martedì 5 gennaio.

L'uomo, irregolare sul territorio italiano, era uno dei pusher che nel 2012 si erano trovati al centro dell'indagine "Baby park" della Questura di Lecco, una gang che aveva monopolizzato le piazze della droga sulla Statale 36 fra Lecco e Nibionno: stato rintracciato dopo una settimana di pedinamenti e appostamenti nelle zone con maggior afflusso di nordafricani presenti nel comune di Monza.

I poliziotti lecchesi hanno fermato Mhijir, classe '88, mentre si stava dirigendo a piedi in centro città: una volta condotto in Questura, dagli accertamenti è emerso come nei suoi confronti fossero già state emesse condanne per reati di droga, ma anche contro il patrimonio e la persona, per fatti commessi fra il 2006 e il 2016.

L'arrestato è stato quindi portato al carcere di Pescarenico per scontare una pena complessiva di 7 anni e 7 mesi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento