Malore sugli sci: Riccardo è morto in ospedale

Il 15enne - venerdì 30 dicembre - è stato colpito da un improvviso malore sulle piste di Aprica

Le cure mediche non sono bastate. Riccardo Galbiati, 15 anni di Sirone, è stato dichiarato morto nella mattinata di oggi, lunedì 2 gennaio, dai dottori del "Papa Giovanni XXIII" di Bergamo.

Il giovane - venerdì 30 dicembre - si era accasciato a terra, sulle piste da sci di Aprica, colpito da un improvviso malore.

Il 118 - d'urgenza sul posto - lo aveva trasferito in ospedale, dove era stato ricoverato in prognosi riservata ed attaccato alla ECMO, macchinario che lo ha tenuto in vita fino a poche ore fa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul corpo del 15enne è stata disposta l'autopsia. Da chiarire la causa della prematura morte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Comunali di Lecco: si va al ballottaggio, a inizio ottobre il nuovo sindaco della città

  • Elezioni, Amministrative di Lecco: iniziato lo spoglio. Exit poll: Ciresa tra il 49 e il 53%

  • Omicidio di Olginate: dopo otto giorni, Stefano Valsecchi si è costituito

  • Entrano in una scuola, interrompono la lezione e sbeffeggiano l'insegnante: denunciati due diciottenni

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • Elezioni Comunali di Mandello: Riccardo Fasoli si conferma sindaco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento