Violenta la compagna, poi la massacra di botte davanti ai figli: arrestato

La donna ora rischia l'aborto, il compagno la colpiva all'addome e alla testa

La ha picchiata senza pietà, accanendosi non soltanto sul suo corpo, ma anche sul bimbo non ancora nato che la sua vittima porta in grembo e che ora rischia di non vedere mai la luce. Colpi alla testa e all'addome senza fermarsi nemmeno davanti allo sguardo dei figli, di due e quattro anni.

È stato arrestato per maltrattamenti in famiglia C.M.R., ecuadoriano di 27 anni residente a Mezzago (Mb), finito in carcere nella serata di giovedì 9 dicembre perché ritenuto responsabile di aver picchiato a sangue la sua compagna, 25enne della stessa nazionalità, ora ricoverata all'ospedale di Vimercate per trauma cranico e addominale, e minaccia di aborto.

Non si è trattato della prima denuncia che la 25enne aveva rivolto al compagno: già lo scorso settembre, riporta MonzaToday, l'ecuadoriana, ricoverata al Pronto soccorso per lesioni, aveva deciso di raccontare ai carabinieri la causa delle sue ferite. 

Giovedì sera, all'ennesimo episodio di violenza, la donna è riuscita in un primo momento a sfuggire alle botte del 27enne e chiamare aiuto. All'arrivo dei militari, però, temendo che l'uomo le potesse "togliere" i bambini, ha deciso di non formalizzare la denuncia. Nel giro di poche ore, il compagno le ha requisito il telefono per evitare che chiamasse si nuovo i soccorsi e ha ripreso a pestarla: lei però è riuscita a fuggire in strada, e lì ha atteso l'arrivo della polizia locale e dei carabinieri.

Dopo l'arresto del compagno, la 25enne ha spiegato ai militari che anche la gravidanza, di cui l'uomo era perfettamente a conoscenza, sarebbe frutto di una violenza sessuale avvenuta due mesi fa, e che i maltrattamenti, sia fisici sia psicologici, andavano avanti ormai da mesi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La donna è stata quindi portata in ospedale mentre per il marito sono scattate le manette. I due bambini, invece, sono stati affidati a una casa famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, il punto: oltre cento tamponi positivi, nel Lecchese superata quota quattromila. "Manzoni": tre posti liberi nei reparti

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

  • Ospedale di Lecco, «in caso di necessità pronti ad accogliere 200 pazienti covid»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento