Da Acel nuove misure a tutela di imprese e professioni nei giorni dell'emergenza

La società lecchese ha anche deciso, per le attività economiche, di applicare una riduzione dei consumi stimati laddove non dovesse disporre delle letture effettive di marzo e aprile

La sede di Acel Lecco.

Acel Energie ha messo a punto ulteriori misure a supporto della clientela nella fase di emergenza sanitaria, economica e sociale determinata dal Covid-19. «Acel. Energie per il territorio» è il nome del piano messo a punto dall’Azienda a beneficio di imprese, professioni e famiglie anche per contribuire a determinare le condizioni della ripresa del sistema.

L'Ance di Lecco e Sondrio: «Riprendere l'attività edile è una prioprità per imprese, lavoratori e Paese»

«Con il Piano "Acel. Energie per il territorio" vogliamo fornire risposte concrete e mirate a beneficio della nostra clientela, facendo la nostra parte anche rispetto alla ripresa del sistema economico - afferma l’amministratore delegato, Giovanni Perrone - Sul fronte delle imprese e delle professioni, la maggior parte è stata costretta ad interrompere l’attività per effetto del lockdown. Tra queste rientrano anche le società di distribuzione di gas e di energia elettrica che, dovendo limitare le proprie attività a quelle essenziali, sono state condizionate anche nell’attività di rilevazione delle letture dei consumi effettivi dei clienti. Pertanto, la nostra Società ha deciso, laddove non dovesse disporre delle letture effettive per i consumi dei mesi di marzo e aprile, di applicare una riduzione dei consumi stimati, ipotizzando che imprese, professionisti ed esercizi commerciali siano state anch’esse costrette a sospendere le proprie attività a decorrere dalla metà di marzo».

Agevolazioni e rateizzazioni

Previsti anche altri aiuti in caso di comprovata difficoltà. «Non solo - aggiunge Perrone - Qualora comunque l’azienda o il professionista si trovasse in difficoltà per via della situazione emergenziale, potrà contattarci al numero verde gratuito per concordare le misure necessarie in termini di agevolazioni e rateizzazioni».

Niente interessi di mora, ecco i casi

Acel Energie, fin dall’inizio dell’emergenza Covid-19, ha inoltre disposto il blocco sia dell’invio dei solleciti, sia della sospensione delle forniture per mancati pagamenti, nonché la non applicazione degli interessi di mora sulle bollette scadute tra il 23 marzo e il 18 aprile per quanti provvederanno al pagamento entro l’8 maggio, per evitare a coloro che non hanno ancora attivato il servizio di domiciliazione bancaria di uscire di casa e affollare così uffici postali e bancari durante l’emergenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, il punto: oltre cento tamponi positivi, nel Lecchese superata quota quattromila. "Manzoni": tre posti liberi nei reparti

  • Ferrovie, sulla Milano-Lecco debutta il treno Caravaggio: «Investimento triennale da un miliardo e mezzo»

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento