menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccinazione Covid-19 in azienda, Confartigianato conferma la disponibilità

Daniele Riva: «Ribadiamo la nostra convinzione di poter contemperare il diritto alla salute con il diritto al lavoro, ma occhio alle discriminazioni»

In seguito al provvedimento Dgr 4401 approvato dalla Giunta Regionale, Confartigianato Imprese Lecco ribadisce la propria disponibilità nell'affrontare anche questa fase della battaglia contro il Covid-19.

I vaccini anti Covid in Lombardia si faranno anche all'interno delle aziende

«La vaccinazione in azienda - commenta Daniele Riva, presidente Confartigianato Imprese Lecco - è la strada giusta, ma risulterà davvero efficace se riusciremo a garantire per le Pmi, che occupano oltre il 50% dei lavoratori, le medesime condizioni assicurate alle grandi aziende e alle industrie, al fine di consentire anche a questa grande quantità di lavoratori di operare in piena sicurezza e a questa fetta rilevantissima del nostro sistema economico di ripartire. Come più volte evidenziato nei diversi momenti di confronto con Regione Lombardia, ribadiamo la nostra convinzione di poter contemperare il diritto alla salute con il diritto al lavoro e offriamo, dunque, la nostra disponibilità a contribuire fattivamente alla diffusione della campagna vaccinale anche tra i lavoratori e gli imprenditori delle micro e piccole imprese, evidenziando in questo senso il fondamentale contributo dei medici del lavoro. Attenzione però ad evitare che si inneschino fattori di disparità, a cominciare dalla potenziale esclusione di tantissime piccole e medie imprese per le quali sarebbe difficile organizzare la somministrazione dei vaccini nella propria sede, in assenza di adeguate condizioni igienico-sanitarie, logistiche e organizzative».

Tonini: «Le aziende voglio uscire dalla crisi»

«Assicuriamo inoltre - aggiunge Vittorio Tonini, segretario generale Confartigianato Imprese Lecco - che le imprese associate di Confartigianato, dotate di spazi e condizioni adeguati, sono ansiose di metterli a disposizione per la vaccinazione dei lavoratori per dare il proprio contributo ad uscire il più velocemente possibile da questa emergenza».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento