rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Offerte di lavoro Brianza / Via E. Bianchi, 46

L'Osservatorio di Merate cerca un ingegnere per realizzare un importante progetto sulle Ande

La figura ricercata si occuperà di supporto alle attività di System engineering per la costruzione del Cherenkov Telescope Array Observatory che studierà i raggi gamma

Una posizione lavorativa da sogno per molti. L'Osservatorio Astronomico di Brera ha indetto un concorso pubblico per un posto di Tecnologo di III° livello degli Enti Pubblici di Ricerca, a tempo determinato, biennale e prorogabile, per "Supporto alle attività di System engineering per il progetto Sst-Ctao". 

Questa posizione lavorativa, con sede di attività prevalente presso la sede di Merate, sarà di assoluto rilievo nell'ambito del progetto Cta+, un progetto Pnrr che integra lo sforzo già massiccio della comunità scientifica italiana per la realizzazione del Cherenkov Telescope Array Observatory (Ctao) (qui). L'Osservatorio Astronomico di Brera, e in particolare la sede meratese, ha un ruolo di primo piano nella costruzione del Ctao grazie alla consolidata leadership in cruciali attività sia scientifiche sia tecnologiche (ad esempio la produzione degli specchi per astronomia Cherenkov, anche in collaborazione con aziende specializzate del territorio). Per alcune di queste attività l'Osservatorio detiene la responsabilità di coordinamento all'interno della collaborazione Ctao, una grande collaborazione scientifica internazionale di oltre 1.500 scienziati, provenienti da più di 150 istituti scientifici di 25 Paesi. 

Gli obiettivi

L'obiettivo della collaborazione Ctao è costruire e poi sfruttare il più grande e sensibile osservatorio per raggi gamma di altissima energia con tecnologia Imaging Atmospheric Cherenkov mai realizzato. L'osservatorio comprenderà due distinti siti osservativi, Ctao-North a La Palma (Canarie) e Ctao-South, sulle Ande, in modo da poter studiare efficacemente sia il cielo boreale che quello australe. 

Il sito andino si colloca all'interno di un vero "tempio" dell'astronomia mondiale, non lontano da Cerro Paranal (sede dei telescopi ottici VLT dell'Eso) e da Cerro Armazones (dove è in costruzione il gigantesco telescopio ottico E-Elt con specchio primario da ben 40 metri di diametro). Ci si aspetta che l'osservatorio Ctao divenga un cardine dell'astronomia mondiale per i prossimi 4-5 decenni almeno, nei settori dell'Astrofisica delle Alte Energie e della Fisica Astroparticellare.

Le attività da supportare

Il System Engineer da selezionare supporterà le attività relative allo sviluppo e alla realizzazione dei telescopi di taglia più piccola (Small Sized Telescope, Sst) di Ctao, ma che saranno i più numerosi sul sito e cruciali per la sensibilità alle altissime energie. Per questi telescopi è proprio l'Osservatorio di Brera a gestire la responsabilità di coordinamento entro Ctao. Si tratta di telescopi Cherenkov a doppio specchio con configurazione Schwarzschild-Couder, estremamente innovativi, con specchio primario di 4 metri di diametro e una camera basata su modernissimi fotomoltiplicatori al silicio. Più di quaranta esemplari di telescopio Sst saranno costruiti nei prossimi 4-5 anni e installati presso il sito Ctao-South, dove affiancheranno i telescopi medi (Mst) da 12 metri di diametro e grandi (Lst) da 23 metri di diametro. Gli Sst sono basati sul disegno tutto italiano dei telescopi Astri (Astronomia a Specchi con Tecnologia Replicante Italiana), sviluppato in larga parte a Merate. Il prototipo Astri-Horn, in assoluto il primo telescopio al mondo con questa concezione, è in funzione da alcuni anni presso la stazione osservativa di Serra la Nave dell'Osservatorio Astrofisico di Catania, sull'Etna. Nove esemplari evoluti di telescopio Astri andranno presto a costituire un altro innovativo strumento per l'osservazione dei raggi gamma provenienti dalle sorgenti celesti: l'Astri Mini-Array presso l'Osservatorio del Teide a Tenerife (Canarie). Anche quest'ultimo progetto è sviluppato in larga parte sotto la guida della sede di Merate dell'Osservatorio Astronomico di Brera.

Come candidarsi

Il tempo utile per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso termina il 12 marzo 2023. Possono partecipare laureati (vecchio ordinamento o con laurea magistrale/specialistica) in Ingegneria, Fisica o Astronomia, in possesso del Dottorato di Ricerca o con almeno 3 anni di esperienza post-laurea. Il bando completo è reperibile sul sito www.brera.inaf.it nella sezione “Lavora con noi” o direttamente a questo indirizzo. Per maggiori informazioni è possibile contattare il coordinatore delle attività SST-Ctao, Gianpiero Tagliaferri (gianpiero.tagliaferri@inaf.it) o Giacomo Bonnoli (giacomo.bonnoli@inaf.it) che sono a disposizione per qualsiasi delucidazione in merito a questa promettente posizione lavorativa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Osservatorio di Merate cerca un ingegnere per realizzare un importante progetto sulle Ande

LeccoToday è in caricamento