menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'illustrazione dal libro "Concerto per alberi"  (L.Devernay/Terre di Mezzo)

Un'illustrazione dal libro "Concerto per alberi" (L.Devernay/Terre di Mezzo)

"Musica sull'acqua" fa tappa a Milano con il concerto dedicato ad Abbado

Nella rassegna colichese anche lo speciale appuntamento all'HangarBicocca con la prima assoluta di "Concerto per alberi"

Domenica 5 luglio l'HangarBicocca di Milano ospiterà la prima assoluta di “Concerto per alberi”, evento del Festival “Musica sull’acqua” in omaggio a Claudio Abbado, mentore di molti dei musicisti ospiti del Festival e noto anche per il suo impegno ambientalista.

La composizione è stata scritta da Félix Mendoza, giovane compositore e musicista venezuelano, per l’Orchestra giovanile e l’Ensemble di percussioni del Festival, di cui sarà direttore.

A questi giovani musicisti si uniscono i bambini del progetto Archi del Cherubino de L’Aquila, che, dopo il sisma, porta avanti con grande caparbietà e tenacia un percorso musicale ed educativo ed anche due musicisti di altissimo livello impegnati nella prima parte del programma del concerto: la pianista argentina Ingrid Fliter e il violinista russo Alexander Sitkovetsky.

La partitura del “Concerto per alberi” prende spunto dall’omonimo racconto di Laëtitia Devernay edito in Italia da Terre Di Mezzo, molto amato dallo stesso Abbado: al tocco magico di un piccolo direttore d’orchestra, gli alberi prendono vita e si trasformano in uno stormo di uccelli che volano via. Un inno alla natura e al potere della fantasia, una vera e propria sinfonia per gli occhi quello pensato dalla disegnatrice e autrice parigina, che ora, grazie al nuovo lavoro di Mendoza, si tradurrà in musica.

“La ‘semina’ della bacchetta che il direttore pianta nella terra e da cui nascerà un albero, così magnificamente illustrato nella parte finale del libro della Devernay – racconta lo stesso Mendoza - possiede per me una magia speciale piena di speranza. Durante la composizione, mentre sentivo e vedevo questo personaggio, mi sono ricordato di quel bambino dal cuore grande, che fu per tutti quelli che hanno avuto il privilegio di conoscerlo, Claudio Abbado. A lui che amava la musica quanto la natura, che ha seminato in tutti noi che abbiamo avuto la fortuna di lavorare con lui la magia del suo gesto e la purezza della musica in sé, a lui con tutto il mio amore dedico ogni nota di questa partitura, e in particolare di questa ultima parte”.

Il concerto sarà anche un’occasione per rilanciare in musica il tema della sostenibilità ambientale, al centro dell’Expo 2015 e per la speciale occasione nell’HangarBicocca verrà ricostruito un piccolo angolo di foresta dall’Ersaf, l’ente regionale per i servizi all’Agricoltura e alle Foreste, che omaggerà il pubblico con delle piantine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento