Venti di fohn e zero precipitazioni: sempre presente il rischio per lo sviluppo d'incendi

Il rialzo delle temperature ha portato alla creazione delle condizioni favorevoli per il verificarsi del fenomeno

Sono giorni di grande attenzione nel nord della Lombardia. L'arrivo dei venti di fohn ha portato le temperature a innalzarsi e alla creazione di un clima decisamente secco, ideale per lo sviluppo e la propagazione d'incendi sul territorio. La Protezione Civile in questi giorni ha inserito il Lario tra le zone a criticità "gialla" e anche "arancione", condizione di maggior rischio superata dall'umidificazione dell'aria. 

Il tempo sulla Lombardia: rischio incendi

Tempo stabile sulla Lombardia con assenza di precipitazioni. In concomitanza con l’intensificazione della ventilazione, si attende una diminuzione della umidità dell’aria e dello strato superficiale del terreno: si segnalano quindi condizioni favorevoli allo sviluppo e alla propagazione di incendi boschivi, in particolare sulla fascia alpina e prealpina (principalmente sui settori di Nordovest).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Comando della Polizia Locale: colpo di pistola, muore un giovane agente

  • Tragedia a Valgreghentino: giovane giardiniere muore travolto da un escavatore

  • Emergenza Covid: a San Girolamo chiese chiuse e Padri Somaschi in quarantena

  • Oggi a Villa San Carlo i funerali Ugo Gilardi, «Un ragazzo d'oro»

  • Le regole per Natale 2020: cosa succede con gli spostamenti tra regioni, il coprifuoco e il cenone

  • Controlli anticovid nel Lecchese: due esercizi lecchesi vengono chiusi, nove i cittadini sanzionati

Torna su
LeccoToday è in caricamento