A Pradello arrivano gli steward, a luglio l'ingresso al parco Guzzi a pagamento solo nei week-end

Sindaco e assessori di Abbadia spiegano la difficile gestione delle spiagge nell'estate post covid: «Abbiamo 3.300 arrivi ogni fine settimana. Ma sono misure provvisorie»

Da sinistra Pietro Radaelli, Irene Azzoni, il sindaco Roberto Azzoni e Mattia Micheli durante la conferenza stampa.

Era prevedibile che il Covid ci avrebbe cambiato la vita e con essa le nostre abitudini, comprese quelle legate al turismo e alla frequentazione del lago nella stagione calda. Se l'amministrazione comunale di Mandello del Lario ha chiuso gli spazi ai bagnanti anche in virtù di episodi di intolleranza e comportamenti incivili, la vicina Abbadia Lariana ricorre a soluzioni più soft con minore impatto limitativo, pur essendo uno dei centri lecchesi con il maggiore numero di bagnanti fino a contarne 3.300 nei fine settimana. Un numero che ha messo a dura prova il sindaco Roberto Azzoni e la sua giunta nella gestione di tutte quelle norme nate in seno alla pandemia ed espresse dai Dpcm. Trattasi comunque come dichiarato dal primo cittadino di «Misure eccezionali per un'estate eccezionale» illustrate l'altra sera nel corso della conferenza stampa tenutasi in plein aire nello spazio retrostante il Museo Setificio Monti. Con lui al tavolo, Irene Azzoni assessore al Turismo, Mattia Micheli consigliere con delega ai Rapporti sovracomunali e Pietro Radaelli consigliere con la delega alle Politiche giovanili.

Ticket di 4 Euro. Due sorveglianti da oggi, sabato

Due dei parchi abbadiensi, Ulisse Guzzi e Pradello sono già oggetto di ingressi a pagamento. Una scelta maturata con accordi tra i privati gestori, di concerto poi con le autorità di bacino e la Provincia. L'ingresso a Pradello da oggi sabato 11 luglio è fissato in 4 euro, dalle ore 8 alle 17, solo per i fine settimana per poi passare al ticket giornaliero per tutto l'arco del mese d'agosto. In loco, due sorveglianti di una agenzia, la stessa che gestisce anche il servizio a Mandello, cureranno la corretta applicazione delle norme vigenti con l'ingresso al parco pubblico. Inoltre il posizionamento di due nuovi servizi igenici autopulenti oltre ai già esistenti, dimostra quanto l'Amministrazione locale dovrà sostenere costi ragguardevoli.

Una scelta, il biglietto ingresso, che già aveva messo in scena una raccolta firme contro questo provvedimento dichiarato antipopolare dal neonato comitato Free-Pradello visto come una apertura ad una futura privatizzazione dell'area. Smentita in sede di conferenza stampa dal consigliere Radaelli, sottolineando che «Noi respingiamo in modo assoluto la privatizzazione, sono misure a tempo per l'emergenza sanitaria. Pradello tornerà come prima del Covid».

Azzoni non ha certamente adottato questo e altri provvedimenti dai contingentamenti ai ticket come quello adottato per il Parco Ulisse Guzzi a cuor leggero, cosciente che avrebbe dato adito a dei malcontenti. «Emanati per un'estate eccezionale - anche nelle dichiarazioni dell'assessore Irene Azzoni - Per il turismo questo è un anno nero, soprattutto per il nostro lago, dove il turismo è prettamente straniero dal Nord Europa, Usa e Australia». Mattia Micheli nel suo intervento ha invece evidenziato: «Il comune di Abbadia continua a coltivare la sua vocazione turistica, ma non vogliamo vanificare gli sforzi fatti per contenere il Coronavirus. Al di là delle critiche ricevute siamo orgogliosi del lavoro svolto. Si tratta di un work in progress, nessuno ha la soluzione in tasca, ma serve studio e ragionamento». Tutelate le fasce definite deboli gli over 65 e gli under 10 esenti dal pagamento ticket. «Ce l'abbiamo messa tutta, per avere sensibilità verso tutti e speriamo in risultati per una accoglienza sicura».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non è certo un'estate facile, caratterizzata dalla necessità di fare da baluardo al Covid facendo i conti con le auto alla ricerca di un parcheggio non in sosta selvaggia come spesso accade, e con la quantità di rifiuti che un'utenza di grande portata può generare in un comune di 3.209 abitanti che nei week-end si ritrova ad ospitare 3300 persone. (Si ringrazia Alberto Bottani per la collaborazione)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Segnalati numerosi casi di "dermatite del bagnante" dopo tuffi al lago: ecco cos'è

  • Ubriaco, si lancia nel lago con la jeep: 36enne salvo per miracolo

  • In visita a Varenna, Vittorio Sgarbi conquistato da Villa Monastero

  • Varenna, protagonista su Rai Uno, diventa il paese dell'amore

  • Dramma nel lago: 40enne trovato morto a Fiumelatte

  • Segnalata una canoa ribaltata nel lago sotto il diluvio: ricerche a Mandello

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento