menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Censimento dei dossi in città: 3 su 15 sono irregolari

Dopo le proteste per alcuni dissuasori "simili a rampe di lancio" il Comune si è subito attivato con le verifiche. Presto la sistemazione di quelli non a norma

Dopo le proteste, a Calolziocorte scatta il censimento dei dossi. Alcuni cittadini hanno infatti sollecitato una verifica dei dissuasori presenti in città, anche a seguito di alcuni disagi registrati passando in auto e in moto, soprattutto nella frazione di Lorentino. Stando alle segnalazioni, alcuni dossi sarebbero infatti troppo alti o comunque fuori asse. Una situazione di potenziale pericolo e danno per i veicoli. «Nell’investimento che il nostro Comune ha fatto per allestire questi fantastici dossi in quel di Lorentino, è già stato calcolato anche il preventivo per la revisione degli ammortizzatori della mia auto? - ironizza un calolziese sul gruppo Facebook “Sei di Calolzio se” - Sembra di essere in una pista da motocross». E c’è chi aggiunge: «Sembrano rampe di lancio».

Cubi giganti per la sicurezza vicino al monastero

Da qui la scelta del nuovo assessore alla Viabilità Dario Gandolfi di attivarsi subito incaricando gli uffici comunali competenti di effettuare le verifiche del caso. Vigili e tecnici si sono già messi all’opera anche con gli appositi strumenti di misurazione (vedi foto sopra). In tutto i dossi presenti in città sono 15 e stando ai primi risultati del censimento, 3 non sarebbero regolari, con un’altezza pari a quasi 10 centimetri invece dei 7 stabiliti dalla normativa. Un quinto dei dissuasori di Calolzio è insomma fuori norma e immediatamente verranno effettuati gli interventi necessari per porvi rimedio.

«Nel giro di una settimana anche questi tre verranno sistemati e messi a norma - fa sapere Dario Gandolfi, senza precisare la frazione nella quale si trovano i tre dissuasori da “rimettere in riga” - Quelli di Lorentino sono comunque nei parametri, con il caldo di questi giorni si assesteranno e non ci saranno problemi. Era giusto fare queste verifiche e porre rimedio da subito a tutte le irregolarità, ma allo stesso posso dire che ci sono anche diversi cittadini favorevoli alla presenza dei dissuasori e ne vorrebbero altri perché costringono le auto a rallentare garantendo così maggiore sicurezza».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Attualità

Quando farò il vaccino? Il sito che calcola quanto dovrai aspettare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento