rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Notizie Abbadia Lariana

Sharon, modella e ambulante, ha esordito come attrice

La Miss di Abbadia impegnata sul set della nuova pellicola "VIS Vampire Ipnotiche Seduttrici"

"Dimostra capacità, si muove con disinvoltura" definisce cosi l'esordio cinematografico di Sharon Cimino, Roger Fratter regista del film VIS Vampire Ipnotiche Seduttrici. La modella di Abbadia Lariana - nota anche per la sua attività di ambulante nei mercati lecchesi - è stata scelta e chiamata a vivere questa nuova esperienza di attrice, forte di un trascorso sulle passerelle che l'hanno vista primeggiare in diversi concorsi di Miss.

Sharon Cimino durante le riprese del film.

Il direttore artistico di questo lavoro si è ispirato al cinema che fu di Jess Franco, il madrileno scomparso a Malaga nel 2013, portando sugli schermi un genere horror "audace" che verrà diffuso in dvd a tiratura limitata legato alla rivista Nocturno cinema. Roger Fratter regista e sceneggiatore italiano, bergamasco di nascita ha scelto la sua zona per alcune location di VIS. I suoi lavori cinematografici hanno valso, lo scorso anno, il riconoscimento per la migliore regia per il film straniero al Nez International Film Festival di Calcutta.

Un'immagine di Sharon sul set del film.

Nonostante Sharon - che partecipò anche alle finali di Miss Italia - sia entrata nel mondo della settima arte, com'è nel suo stile non ha perso il contatto con la realtà del quotidiano. La sveglia alle 5 del mattino per svolgere il suo lavoro di ambulante nei mercati della provincia lecchese e comasca. Vende infatti capi di abbigliamento in quella che chiama “La boutique di Sharon”. Disponibilità, gentilezza  e professionalità nei confronti della clientela sono le sue doti primarie, spaziando dall'arte e dalla bellezza alla concretezza di un lavoro impegnativo.

La locandina del film.

Con il regista Fratter, Cimino ha già ultimato di girare anche il film "La cella", lungometraggio del genere poliziesco dove la psicologia ha una parte determinante per i personaggi chiusi nei pochi metri quadrati dovuti alla detenzione. Anche prima di salire sul set cinematografico, Sharon non ha mai negato ad amici e clienti un selfie, una foto a riprova che la naturalezza è insita nel suo dna. "Sono molto contenta di questa nuova esperienza artistica - ha commentato l'attrice di Abbadia - ho sempre voluto recitare e lavorare in un set cinematografico. Questa partecipazione, per la quale ringrazio il regista e le persone con cui ho lavorato, mi ha già insegnato tanto".

(Si ringrazia Alberto Bottani per la collaborazione)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sharon, modella e ambulante, ha esordito come attrice

LeccoToday è in caricamento