Notizie

Oltre 5 milioni dalla Regione per gli impianti sportivi, c'è anche il Lecchese

Stanziati 177mila euro a fondo perduto per opere di riqualificazione che al centro sportivo di Tabiago a Nibionno e per un nuovo progetto a La Valletta Brianza

Sono 59 i progetti di ristrutturazione e riqualificazione di strutture sportive pubbliche lombarde che beneficeranno dell'ampliamento di fondi del Bando Impianti Sportivi 2020, deciso dalla Giunta di Regione Lombardia. 

Antonio Rossi, sottosegretario alla Presidenza con delega allo Sport, alle Olimpiadi e ai Grandi eventi sottolinea che «grazie a questa nuova erogazione, nella provincia di Lecco sarà possibile cofinanziare la riqualificazione di un'altra struttura e completare il finanziamento di una seconda».

Le opera finanziate nel Lecchese

In totale, la nuova erogazione prevede 177.750 euro da destinarsi a fondo perduto alla riqualificazione degli impianti sportivi della provincia di Lecco. Di questi, 150.000 euro andranno al Comune di Nibionno per completare il cofinanziamento della riqualificazione dei campi da tennis esistenti in campi da calcetto e polifunzionali coperti, presso il Centro sportivo di Tabiago. Gli altri 27.750 euro saranno destinati a un nuovo progetto del Comune di La Valletta Brianza: l'adeguamento e la riqualificazione dei campi da gioco dell'Impianto Sportivo "Stadio idealità" (riqualificazione e ripristino campo da basket).

Rimpasto in Regione, Rossi torna grande protagonista: «Onorato e determinato, renderemo grande lo sport»

«L'incremento di oltre 5,3 milioni di euro della dote del Bando ha permesso di accettare la domanda di finanziamento a fondo perduto per 52 nuovi progetti di riqualificazione - spiega Rossi - Inoltre ha permesso di finanziare integralmente 7 progetti che avevano già avuto accesso al contributo parziale. Nel complesso la somma stanziata a fondo perduto sale a oltre 14,8 milioni. Una cifra importante che in totale permetterà di aggiornare e rendere più fruibili 139 strutture sportive lombarde. Realtà che in molti casi avevano bisogno da tempo di essere rimodernate». 

«Per la materiale disponibilità delle somme - chiarisce Rossi - i tempi saranno rapidi. Le cifre saranno erogate in tre tranche. La prima subito, all'accettazione da parte del richiedente. Alcuni beneficiari, quindi, potranno ritrovarsi sul conto corrente il denaro già a maggio. Una seconda parte arriverà a inizio lavori. Il saldo è previsto alla rendicontazione finale».

«Aiuto concreto per gli enti»

«Si tratta di un aiuto concreto per Comuni ed enti pubblici proprietari di impianti sportivi - prosegue Rossi - che porterà benefici all'intero movimento sportivo, messo in crisi dalle restrizioni legate al contenimento della pandemia da Covid. I nuovi fondi regionali permetteranno di aumentare la qualità dell'offerta e le possibilità di scelta sia per gli atleti professionisti sia per quelli amatoriali e, soprattutto, per i giovani».

Nel dettaglio, grazie ai 5.340.346 euro aggiuntivi, la somma a disposizione per il cofinanziamento regionale sale a 14.840.346 euro. «La riqualificazione di questi impianti - conclude il sottosegretario Rossi - contribuirà, grazie a un effetto volano, al rilancio delle attività di tanti professionisti che lavorano nello sport e grazie allo sport. Avrà, quindi, importanti riflessi anche dal punto di vista occupazionale».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre 5 milioni dalla Regione per gli impianti sportivi, c'è anche il Lecchese

LeccoToday è in caricamento