rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Notizie

Lago di Como, boom di turisti sui battelli nel ponte di Pasqua

Gli ottimi dati evidenziati dall'ente Navigazione Laghi che serve anche il ramo lecchese

Boom di turisti sui battelli del Lago di Como nelle vacanze di Pasqua. I dati ufficiali parlano di ben 106.000 passeggeri e 4.500 veicoli nel "ponte di Pasqua" tra le località servite dalla "Navigazione laghi": il risultato riguarda l'intero Lake Como - citando il rinomato brand - ma all'interno di esso gran parte delle corse hanno interessato anche il ramo lecchese. Di recente proprio l'ente che si occupa del trasporto pubblico su imbarcazione e la Provincia di Lecco hanno deciso di potenziare l'offerta in termine di corse e servizi, con l'obiettivo di valorizzare il turismo e la mobilità sostenibile.

L'ottimo risultato del ponte di Pasqua riguarda non solo il nostro lago. "Sono numeri importanti quelli che Navigazione Laghi ha registrato sui propri mezzi in termini di passeggeri e veicoli per il ponte di Pasqua - fa sapere l'ufficio comunicazione dell'ente - Oltre 230mila persone hanno usufruito del servizio pubblico di linea sui tre grandi laghi d’Italia, e i veicoli imbarcati dall’azienda che fa capo al ministero delle infrastrutture e dei trasporti sono stati circa 12.400".

"Siamo molto soddisfatti - dichiara il gestore governativo Donato Liguori - fin dalla mia nomina l’assillo che ho avvertito è stato quello di abbracciare la sfida della destagionalizzazione per far vivere i nostri meravigliosi laghi lungo tutto il corso dell’anno. Oggi raccogliamo i frutti di un lavoro importante fatto di sinergia e collaborazione con tutto il territorio. Sento dunque di ringraziare tutto il personale aziendale ed in particolare i direttori di esercizio dei laghi di Como, Garda e Maggiore che hanno sempre messo in campo il massimo impegno senza mai far mancare il proprio contributo in termini di idee e operatività".

L'ente Gestione Navigazione Laghi

Gestione Navigazione Laghi, con una flotta di circa 100 navi, garantisce da sessanta anni la mobilità nell’ambito dei territori dei laghi Maggiore, di Garda e di Como. È un ente governativo istituito con la legge 614 del 1957 attraverso la quale il legislatore ha affidato ad un funzionario dell’Amministrazione dello Stato nominato dal ministro delle infrastrutture e dei trasporti l’esercizio delle linee di navigazione.

L’azienda opera mediante una direzione centrale situata a Milano che gestisce i rapporti istituzionali con il superiore Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili e svolge funzioni di coordinamento delle tre direzioni di esercizio situate rispettivamente ad Arona per il lago Maggiore, Desenzano per il lago di Garda e Como per l’omonimo lago. Ad oggi la Gestione Navigazione Laghi, durante i mesi di maggiore attività, arriva ad impiegare fino a 650 persone suddivise tra personale amministrativo, di cantiere - distribuito presso i 4 cantieri navali di Arona, Peschiera del Garda, Como e Dervio, forniti di strutture ed impianti tecnologici di avanzata concezione per la cantieristica navale - e personale del settore movimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lago di Como, boom di turisti sui battelli nel ponte di Pasqua

LeccoToday è in caricamento