menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I "Vespisti" al monastero del Lavello. La tappa di Calolzio è stata possibile grazie a un'idea di Pamela Maggi.

I "Vespisti" al monastero del Lavello. La tappa di Calolzio è stata possibile grazie a un'idea di Pamela Maggi.

Le mitiche "Vespa" invadono Consonno e il Lavello

Spettacolare raduno in sella agli scooter della Piaggio. La promotrice Paola Bencini: «Abbiamo attraversato la Brianza e il Lecchese per due tappe bellissime»

Le strade della Brianza e del Lecchese colorate dal passaggio delle mitiche “Vespa”. Oltre 80 motociclisti hanno infatti partecipato al raduno/apericena organizzato dal Bar Bencini - e in particolare da Paola Bencini - di Inverigo, da dove una nutrita delegazione di appassionati in sella ai loro scooter Piaggio hanno raggiunto prima la Città Fantasma di Consonno, poi il monastero di Santa Maria del Lavello, dove ad attendere la delegazione di “Vespisti” c’erano il vicesindaco di Calolziocorte Aldo Valsecchi e il neo consigliere delegato alla Cultura Pamela Maggi. Proprio la Maggi, conoscendo Paola Bencini, ha proposto questa tappa calolziese allo scopo di promuovere una volta di più il suggestivo complesso religioso in riva all’Adda dove sono state scattate le foto di rito dei partecipanti al raduno con tanto di Vespe schierate all’interno di un grande cuore disegnato per l’occasione.

A Consonno anche lo show di skate e longboard

Tanti, originali, colorati e di diversi modelli, i veicoli a due ruote che sabato pomeriggio hanno sfilato al Lavello, a partire dalle Vespa 50 Special. Dopo la benedizione impartita dal parroco di Foppenico don Antonio Vitali, i “riders” hanno fatto una visita guidata al monastero curata dall’architetto Daniele Maggi. «Oggi per noi è una grande festa, la seconda edizione di questo raduno di “Vespe” che coinvolge tanti appassionati delle province di Lecco, Como, Varese e Monza Brianza - commenta Paola Bencini - Grazie a Pamela Maggi abbiamo conosciuto il Lavello e abbiamo voluto organizzare qui l’esposizione dei nostri mezzi, dopo aver fatto tappa anche a Consonno. Due luoghi davvero imperdibili, diversi tra loro e allo stesso tempo speciali. Insolita e affascinante la visita alla “Las Vegas della Brianza” e ora stiamo scoprendo questo bellissimo monastero a poca distanza da casa. Siamo molto felici. Siamo partiti da Inverigo nel primo pomeriggio e dopo questa visita guidata con l’architetto Maggi torneremo a casa passando da Garlate, Ello e Monticello».

Insieme al Bar Bencini l’iniziativa è stata organizzata anche dal Vespa Club Agrate Brianza “I Ribelli”, dal Vespa Club Cantù, dai “Maltrainséma” e dal Vespa Club Bulciago. Tra gli appassionati del mitico ciclomotore brevettato nel 1946 e diventato famoso negli anni Cinquanta anche il vicesindaco Aldo Valsecchi il quale, prima di dare il benvenuto al gruppo e di introdurlo al Lavello, ha citato il film “La Dolce Vita” ricordando poi che anche lui da piccolo amava sfrecciare in sella a una Vespa.

Sotto alcuni momenti del raduno dei "Vespisti" al Lavello e a Consonno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento