Lezioni di musica on line con la Project Rock School

Nei giorni dell'emergenza anti covid-19 l'associazione di Mandello e Olginate attiva corsi via internet per gli alunni. Il presidente: «Restiamo a casa e continuiamo anche da lì a coltivare la passione per la musica»

Alunni e docenti della Project Rock School (foto di repertorio).

In questo periodo di isolamento forzato causa emergenza covid-19, la scuola di musica Project Rock School di Mandello del Lario e Olginate non si ferma. Promuovendo a sua volta il messaggio "Restate a casa", l'associazione guidata dal presidente Stefano Marzocchi ha deciso infatti di proporre una seriei di lezioni di musica on line, sia per non perdere l'esercizio sia per cercare di allietare questi giorni delicati offendo anche un utile passatempo.

Marzocchi: «Un grazie alla segreteria e ai nostri 23 docenti»

«Grazie al grande impegno della Segreteria e all’attività dei nostri 23 docenti abbiamo attivato corsi on line per tutti gli allievi iscritti ai corsi - fa sapere Marzocchi - Notevole al momento la risposta di allievi e genitori, siamo appena partiti ed abbiamo già un 70% di adesioni».

Mandello, il primo contagiato sta bene. «Solo qualche sintomo influenzale»

Nei giorni scorsi sono state effettuate le prove di connessione tra allievi e docenti: alcuni hanno già iniziato le lezioni on line, altri le inizieranno nei prossimi giorni. «Stiamo risolvendo al meglio tutti i problemi tecnici e di connessione. Nella chat comune PRS ci siamo scambiati tutti le varie informazioni tecniche e pratiche per migliorare soprattutto gli aspetti audio-video di trasmissione e ricezione - aggiunge il presidente - Tengo a sottolineare la grande passione e serietà dei docenti che si sono attivati da subito, informati e scambiati tantissime informazioni necessarie al buon funzionamento delle lezioni on line. Per non abbandonare i ragazzi e far capire che poi tutto passerà e necessario sforzarsi per tenerli attivi e reattivi per poi rincominciare come prima e meglio di prima».

«Stiamo risolvendo i problemi tecnici di connessione»

Nel comunicato ufficiale inviato a tutti gli allievi, la direzione della scuola di musica di Mandello e Olginate ha inoltre specificato che tutti i corsi e le attività programmate subiscono uno slittamento e non una cancellazione: «Bisogna quindi procedere, studiare e divertirsi per poi essere pronti al meglio quando tutto ripartirà. La Scuola li sostiene, li aiuta e si mette a loro disposizione per non fermare la passione per la musica e l’arte».

Il messaggio che la scuola vuole veicolare a tutti è un messaggio di collaborazione, impegno e coerenza: «Non ci si deve fermare, occorre invece credere fortemente nelle proprie passioni anche restando a casa. Sono loro, i ragazzi, la speranza per il futuro, bisogna quindi comportarsi quotidianamente con serietà e dedizione». Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.projectrockschool.it o scrivere alla mail info@projectrockschool.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Artista calolziese realizza opere per sostenere la raccolta fondi a favore degli ospedali

«Voglio doverosamente ringraziare - conclude Marzocchi - segreteria, docenti, allievi e genitori che si sono adoperati in questi giorni convulsi instancabilmente per garantire assistenza ai propri ragazzi e i comuni per averci sempre tenuti aggiornati sugli sviluppi permettendoci così di poter attivare in tempi ristretti tutti i corsi PRS». (Si ringrazia Alberto Bottani per la collaborazione)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Iperal, dipendenti in stato di agitazione: «Nessuna chiusura festiva, controlli sospesi e pochi dispositivi di protezione»

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Lecco sono centomila

  • Coronavirus, Borrelli sposta la fine della quarantena: «Credo che staremo a casa anche il primo maggio»

  • Sconti per famiglie in difficoltà e corsie preferenziali: le misure di Esselunga contro il Coronavirus

  • Coronavirus, ecco l'applicazione per il cellulare: «Vi chiediamo di scaricarla tutti»

  • Coronavirus, Fontana: «Bisogna prepararsi se il Coronavirus dovesse tornare a ottobre»

Torna su
LeccoToday è in caricamento