rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
VERSO L'ESTATE / Alto e Basso Lago / Piazza Giuseppe Garibaldi, 10

Spiagge a pagamento e "divise" dai parchi: Mandello progetta il futuro

Si attende soltanto l'ok dell'Autorità di Bacino, poi la sperimentazione avviata la scorsa estate diventerà definitiva: i Giardini saranno fruibili da tutti, ma i bagnanti non residenti pagheranno ticket e servizi

Il futuro delle spiagge mandellesi è tracciato, piaccia o meno: saranno a pagamento, con fruizione di servizi ad hoc, e ben regolamentate. Con due dogmi imprescindibili: la differenza con le aree parco, in primis quella dei Giardini, che resteranno "free", e la gratuità per i residenti a Mandello.

La decisione dell'Amministrazione comunale per l'estate 2022 riguarda la Darsena Falck, la Poncia e la cosiddetta "spiaggia delle dune". Verrà istituito un ticket d'ingresso e offerti servizi a pagamento quali sdraio e lettino. La sperimentazione per questa soluzione è già stata affrontata le scorse estati e non solo a Mandello (si pensi ad esempio alle spiagge di Abbadia). Se negli ultimi due anni era stata una scelta logica, per via della pandemia e della necessità di regolamentare gli accessi, adesso si tratta piuttosto di una ponderata conferma. L'intenzione dell'Amministrazione comunale mandellese, del resto, era già chiara da tempo. Nelle ultime due estati, al fine di regolamentare gli accessi e aumentare il decoro urbano, erano stati "transennati" persino i Giardini.

"Disposizioni già previste nel bando per il chiosco"

"Abbiamo fatto richiesta all'autorità di Bacino, anche in virtù del rinnovo della concessione demaniale - spiega l'assessore ai Lavori pubblici Andrea Tagliaferri - Non abbiamo ancora avuto una risposta ufficiale, ma l'intenzione è questa. Una parte di tutte la spiaggia demaniale che va dalla dune alla Darsena Falck diventerà commerciale, da utilizzare come bagnasciuga. Queste disposizioni sono già inserite nel bando per il chiosco dei Giardini. Se avessimo il nullaosta, la situazione sarebbe uguale a quella vissuta nell'estate 2021".

L'imperativo è "suddividere" per evitare gli ammassamenti nei prati e nelle aree verdi cui si è assistito in passato, con conseguente aumento dell'abbandono di rifiuti. "Situazioni intollerabili - prosegue Tagliaferri - Non possiamo lasciare alcune zone fruibili indistintamente da tutti. L'ordine e il decoro pubblico sono prioritari. Così terremo i Giardini separati dalla Poncia, dove c'è spiaggia e dunque verrà utilizzata dai bagnanti, ma pagando un servizio. Per i residenti, ovviamente, l'accesso continuerà a essere gratuito".

A settembre via alla riqualifica dell'area

Questa soluzione, nei piani del Comune, diventerà definitiva nei prossimi anni. "A settembre partiremo con la riqualifica delle passeggiate a lago e dei percorsi pedonali a Mandello Basso, così da rendere ancora più evidente la separazione delle aree. Una volta rinnovata, la concessione sarà decennale".

Per le altre due spiagge in paese occorrerà aspettare: "A Olcio - puntualizza l'assessore - c'è ancora il cantiere allestito e il verde da completare, ma è prevista la concessione per la gestione commerciale della spiaggia e del chiosco. Al Campeggio attendiamo l'intervento di trasformazione della proprietà, che ha fatto richiesta di uso commerciale: si andrà al 2023".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spiagge a pagamento e "divise" dai parchi: Mandello progetta il futuro

LeccoToday è in caricamento