rotate-mobile
Notizie Olginate

Un solo genitore ammesso alla festa della scuola, "Dispiaciuti e amareggiati"

Il caso a Olginate e Valgreghentino dove mamme e papà hanno raccolto firme per chiedere meno restrizioni alla recita di Natale. La dirigenza parla di una scelta di sicurezza ancora legata al covid

"Molte famiglie vorrebbero partecipare alla festa di Natale al completo, ma purtroppo la scuola ha deciso che è possibile la presenza di un solo genitore. È stato così ieri a Valgreghentino e sarà così oggi a Olginate. Siamo decisamente amareggiati e dispiaciuti. Non capiamo il perchè di questo eccesso di restrizioni quando l'emergenza covid è superata da tempo". A parlare è Lisa, una delle mamme che in questi giorni ha espresso tutto il proprio risentimento per la scelta della dirigenza scolastica dell'Istituto comprensivo al quale fanno capo le scuole e gli asili statali di Olginate, Garlate e Valgreghentino. Una critica condivisa anche da altre mamme e papà che nei giorni scorsi hanno promosso una raccolta di firme - sottoscritta da almeno una cinquantina di loro - per chiedere alla dirigente di ripensarci e di aprire le porte a tutti i genitori in un momento di festa che dopo la scuola dell'infanzia del polo di Valgreghentino, oggi pomeriggio interesserà l'asilo "Charlie Chaplin" di Olginate.

"Speriamo che in futuro non ci siano più atteggiamenti così restrittivi"

"Tra L'altro parte della festa si svolge all'aperto - aggiungono i genitori - Con la nostra petizione abbiamo voluto chiedere una replica dell'evento o meglio ancora di trovare spazi più ampi, nell'ottica di non dover scegliere un solo genitore al quale dare 'il privilegio' di assistere alla recita". Un desiderio di esserci per la festa pre natalizia ancora più forte dopo che nei due anni passati l'evento era stato sospeso proprio a causa della pandemia. Se però nel 2020 e nel 2021 lo stop era stato condiviso e apparso motivato, oggi ai firmatari della petizione la decisione sembra essere eccessiva. "Ormai è tardi, i giochi sono fatti, con una doppia festa 'blindata' in base a una scelta che riteniamo profondamente sbagliata. Ora speriamo che almeno per il futuro non ci siano più atteggiamenti così restrittivi".

"Il graduale ritorno alla normalità richiede le giuste attenzioni"

La scuola aveva già risposto alla richiesta, confermando così la propria scelta agli interessati. "Ogni decisione assunta in ambito scolastico è frutto di riflessione e della necessità di garantire la serenità e la sicurezza degli alunni e dei lavoratori della scuola - aveva scritto la dirigente - In data 14 novembre con le referenti di plesso delle scuole dell’infanzia che leggono in copia si era definita la modalità organizzativa della festa di Natale di quest'anno tenendo in considerazione diversi elementi. Si è partiti dal presupposto che il momento di festa è dedicato ai bambini per consentire loro un gioioso e sereno scambio di auguri; non si tratta di una recita o di uno spettacolo rivolto ad un pubblico. Si è condiviso di allargare la partecipazione ad un adulto per alunno/a nella volontà dell’Istituto di consolidare lo spirito di apertura e cooperazione con le famiglie (...)"

"Gli anni trascorsi in una situazione pandemica hanno provato che la scuola si è dimostrata pronta ad attivarsi per fornire ai propri alunni la possibilità di frequenza nel rispetto di numerose norme sanitarie - ha sottolineato inoltre la direzione - Il graduale ritorno alla normalità richiede le giuste attenzioni, non per imporre divieti ma per consentire di recuperare le relazioni e riappropriarsi con serenità di spazi e momenti condivisi che impongono norme di sicurezza precise seppur non correlate ad uno stato di emergenza. (...) Certamente si terrà in considerazione l’esigenza e il desiderio delle famiglie di condivisione di tempo e spazi scolastici soprattutto per eventuali feste di fine anno scolastico".

Il sindaco di Olginate: "La scuola è autonoma. Rispetto la scelta, ma non la condivido"

I genitori firmatari della petizione hanno chiesto anche la mediazione dell'Amministrazione comunale di Olginate che ha cercato di attivarsi dicendosi pronta a mettere a disposizione uno spazio più ampio e alternativo per favorire un incontro tra le parti. "La scuola è autonoma, è giusto che lo sia e noi rispettiamo la decisione presa - commenta Marco Passoni, sindaco di Olginate, che oggi sarà presenta alla festa dell'asilo come ieri lo è stata l'assessore competente a Valgreghentino - Allo stesso tempo se lei mi chiede se condivido o meno la scelta di aprire la festa di Natale a un solo genitore come è stato fatto, dico di no. In caso di necessità avevamo anche spazi più ampi da mettere a disposizione per permettere a tutti i genitori interessati di essere presenti ed evitare ulteriori polemiche. Io credo che sia giusto non entrare nel merito delle scelte scolastiche per quanto riguarda programmi, organizzazione e decisioni didattiche. Ci sono però pochi momenti da vivere insieme, quello di Natale è uno di questi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un solo genitore ammesso alla festa della scuola, "Dispiaciuti e amareggiati"

LeccoToday è in caricamento