rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Notizie Caleotto / Via Gaetano Previati, 1c

"Giovani attivi per il proprio futuro", premiazioni al Politecnico

Su iniziativa del Lions Club Val San Martino e di Silea sono state premiate le migliori tesi di laurea magistrale dall’alto contenuto innovativo. Con un focus su ambiente, innovazione e sostenibilità

Si è tenuta ieri al Politecnico di Lecco la serata di premiazione delle tre edizioni del premio di laurea “Giovani attivi per il proprio futuro - Ambiente, Innovazione, Sostenibilità. Premi per le migliori tesi di laurea magistrale dall’alto contenuto innovativo”, promosso da Lions Club Val San Martino con il patrocinio di Silea. Il premio fu istituito per la prima volta nel 2019, ma l’arrivo della pandemia non aveva consentito di organizzare le rispettive cerimonie di premiazione. L’evento è stato quindi un’occasione per riunire i neolaureati che hanno partecipato ai concorsi, i docenti relatori delle tesi e i soci Lions. In tre anni il concorso ha visto la partecipazione di 64 tesi, 23 per il corso di laurea in Building and Architectural Engineering, 24 per Civil Engineering for Risk Mitigation e 17 per il corso in Mechanical Engineering. In palio, per ciascuna edizione, tre premi da 2.000 euro per la migliore tesi di ciascun corso di laurea magistrale.

"Il Lions club Val San Martino fondato nel 1981 è uno dei 47.000 club Lions sparsi nel mondo che riuniscono complessivamente 1.400.000 soci, persone tutte dedite a portare un aiuto e un sorriso a chi ne ha più bisogno - commenta il Presidente del Club, Luigi Torri - La nostra è una lunga storia. Una storia che ci rende orgogliosi. Per oltre 100 anni abbiamo servito l’umanità con grande spirito di solidarietà, mettendo al primo posto i bisogni della gente, delle nostre comunità e dell’intera umanità, quindi quale migliore occasione quella di collaborare con il Politecnico attraverso l’istituzione di borse di studio che premiassero le migliori tesi magistrali aventi per oggetto l’ambiente, l’innovazione e la sostenibilità i cui contenuti innovativi fossero rivolti al miglioramento delle condizioni di vita future. Il progetto, sostenuto economicamente dal Lions Club Val San Martino e da Silea sempre attenta ai problemi ambientali, ha incontrato il favore dei laureandi che hanno sviluppato molte tesi dando prova di condividere gli scopi che il Lions si era proposto con questa iniziativa. Un grazie sentito a tutte le persone del Politecnico e alla Silea la cui collaborazione ha consentito la realizzazione del service".

Politecnico-5

“Non può esserci transizione ecologica senza ricerca e sviluppo - sottolinea invece il Direttore generale di Silea, Pietro Antonio D’Alema - la sostenibilità passa attraverso la competenza, ed è proprio per questo motivo che Silea ha voluto essere partner anche di questa edizione del premio di laurea. Tutti gli elaborati presentati confermano la grande sensibilità dei giovani ingegneri verso le tematiche ambientali: gli studenti di oggi hanno piena coscienza di essere la generazione chiamata a vincere la sfida della sostenibilità ambientale. Una sfida che richiede azioni locali per la creazione di circuiti virtuosi di economica circolare sul territorio, un obiettivo che vede Silea in prima linea, ma anche politiche globali. Ci auguriamo che la grande attenzione alle tematiche ambientali dimostrata dai neolaureati, possa rappresentare un costante stimolo nella loro carriera professionale".

Poli Torri-2

"Ambiente, innovazione e sostenibilità sono oggi aspetti centrali in ogni ambito di ricerca scientifica e in ogni settore del mercato - afferma Manuela Grecchi, Prorettore del Polo territoriale di Lecco - Dal concept di un edificio, alla progettazione di un impianto o di una infrastruttura, un professionista non può prescindere da questi temi. Viene naturale stimolare i nostri studenti ad affrontare i loro studi in quest’ottica e sono grata a Lions Club Val San Martino e Silea S.p.A per questa iniziativa che considero un importante incentivo a sostegno della formazione di qualità". La commissione, di volta in volta nominata e incaricata di esaminare gli elaborati candidati al concorso, ha valutato i progetti secondo i criteri previsti dal bando: grado di innovazione dei contenuti, qualità, complessità, completezza e originalità del tema trattato.

Le tesi premiate

Edizione 2021/2022

Experimental and Numerical Analysis of Overloaded Channel in Supercritical Condition - Mohsen Yavary Nia, Hasan Eslami, Hooshyar Yousefyani, Civil Engineering for Risk Mitigation

inBetweens. A Plant-inspired Building Prototype for Inhabiting Urban Gaps: The Beirut Case - Islam Rihan, Building and Architectural Engineering

Best view methodology enhacend by bayesian oprimization for robotic motion planning in qualiti inspection tasks - Loris Praolini, Marco Maroni, Mechanical Engineering

Edizione 2022/2023

Flood risk assessment and mitigation for Rio Muaguide in Cabo Delgado, Mozambique - Benedetta Corti, Sara Rrokaj, Civil Engineering for Risk Mitigation

ARKestra: a synergic design for sustainable residential buildings in the vacant infill lots of gentrified areas in SF - Marco Stellato, Ahmed Mostafa Ahmed El Shaikh, Building and Architectural Engineering

Analysis of the wire rod cooling along a Stelmor conveyor: influence of the process parameters on the mechanical and microstructural properties - Alessandro Cefis, Diego Pigazzini, Mechanical Engineering

Edizione 2018/2019

Flood damage assessment in support of the definition of risk mitigation strategies: the case of Lodi - Edoardo Gattai, Civil Engineering for Risk Mitigation

RE-STADIUM - Rehinking sports facilities for adaptive reuse - Olena Kopyitina, Renan Prandini, Shohei Yamashita, Building and Architectural Engineering

Design and testing of a mounting bracket made by additive manufacturing for MicroMED instrument - Elena Lucia Brocchi, Mechanical Engineering.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Giovani attivi per il proprio futuro", premiazioni al Politecnico

LeccoToday è in caricamento