rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
social

Dove chiedere di sposarsi: i luoghi più romantici della provincia di Lecco in cui farsi dire “sì”

Le 6 location più romantiche e suggestive per una proposta di matrimonio indimenticabile, tra lago e monti

Non è solo la città dei Promessi Sposi, del Lago di Como o delle Prealpi Orobie: Lecco – e con essa anche la sua provincia - è in grado di offrire panorami mozzafiato e affascinanti, grazie alle sue acque profonde e blu, alle cime a volte verdissime e altre innevate, ai paesini pittoreschi e alle ville eleganti.

Il Lario, insomma, è un luogo romantico e sorprendente e sono tante le coppie, straniere e no, che lo scelgono come location per la fatidica proposta di matrimonio, oltre che per celebrare le proprie nozze.
Abbiamo stilato una lista (non una classifica vera e propria, però) dei posti più adatti per la cosiddetta “proposal”: tra gli angoli più caratteristici della provincia lecchese.

Varenna (con Villa Monastero e il Castello di Vezio)

varenna_lago_di_como_fotolia-2

Questo caratteristico – e conosciutissimo – borgo è stato più volte definitivo il “paese degli innamorati”, proprio per la sua atmosfera romantica e tranquilla: ogni suo angolo, in effetti, è romanticismo all’ennesima potenza, a partire dalla passeggiata che si snoda sulla passerella affacciata sul lago, con vista su Bellagio e sul centro Lario: un must per qualsiasi innamorato. Ma non solo. Varenna, infatti, offre altri luoghi unici nel loro genere.

Si tratta della splendida Villa Monstero, con la sua casa museo e il suo giardino botanico, ricco di specie esotiche, del giardino della vicina Villa Cipressi, che si trova sulla punta del borgo, nonché del Castello di Vezio, un antico avamposto militare di origine basso medioevale, situato proprio sul promontorio che sovrasta Varenna, in grado di offrire un panorama mozzafiato.

E, mentre i giardini delle Ville garantiscono una passeggiata che permette di sentire, vedere e odorare tutta la dolcezza colorata di questo scorcio del lago, il Castello di Vezio ospita una falconeria con un centro di cura e addestramento per rapaci, e nel giardino si organizzano esibizioni che richiamano l’atmosfera di un tempo, tra falchi e falconieri. Animali non ammessi.

Il lago

lucie notte illuminate foto fb ltm-2

Il lago, vissuto da vicino, è in grado di offrire emozioni inaspettate e intense. Perché, dunque, non assaporarne l’essenza a bordo di una bella imbarcazione? Dopotutto, la bellezza delle onde e dei paesi della riviera, delle montagne e delle ville e dimore antiche del territorio si apprezza ancor di più in mezzo all’acqua. Partenza da Lecco, destinazione centro lago: nessuno può dire no a una gita in barca.

Per fare le cose in grande, è possibile affittare un intero battello. L’effetto sorpresa, però, è assicurato anche a bordo di una semplice barca a remi o dell’imbarcazione simbolo del Lario, la “lucia”.
In ogni caso, sono davvero molte e di tutti I tipi le bache che si possono noleggiare, con conducente o meno, dalla semplice canoa a motoscafi più eleganti.

La terrazza panoramica del Monte Barro

eremo del monte barro foto Instagram @ottavio_miano-2

In località Eremo, a Galbiate, si trova uno dei più bei terrazzi panoramici della Brianza. Si trova presso un edificio che oggi ospita l’ostello e un bar-ristornate, all’interno del Parco regionale del Monte Barro.
Si tratta di un balcone panoramico aperto a 360° sul territorio circostante che permette di godere di una splendida vista sui laghi di Annone, Pusiano e Alserio, a sinistra sulle colline della Brianza e a destra sul Monte Cornizzolo con la sottostante Abbazia di San Pietro al Monte.

Nelle giornate più limpide si possono osservare le Alpi Occidentali. Il panorama è particolarmente suggestivo e romantico al tramonto. Normalmente è possibile raggiungere l’Eremo comodamente in auto, ma da Pasqua a settembre la via d’accesso all’eremo è chiusa al traffico nei giorni festivi, perciò è necessario lasciare l’auto a valle e utilizzare la navetta.

Il Campanile di San Nicolò

campanile-san-nicolo-lecco-2

Il Campanile di San Nicolò è la seconda torre campanaria più alta d'Italia e una delle più alte di tutta Europa, con i suoi 96 metri d'altezza e 380 gradini. E’ possibile salire fino alla sommità del campanile, dove si trova un terrazzo panoramico.

Chiamato "il Matitone" per la sua singolare forma appuntita, il Campanile è uno dei simboli della città di Lecco, uno dei suoi monumenti più amati. La sua sagoma si staglia sopra la città, e lo rende immediatamente riconoscibile anche quando si arriva dal lago. Ammirare il tramonto da cartolina da lassù è imperdibile per qualsiasi coppia, specie in un’occasione speciale come potrebbe essere quella di una proposta di matrimonio… con vista.

Il rione di Pescarenico

Pescarenico-4

Tra i luoghi da sempre più romantici di Lecco c’è il suo rione di Pescarenico, capace di ispirare persino il Manzoni. Il quartiere sull'Adda regala scorci unici e caratteristici di una Lecco che non c'è più, percorribile a piedi o in bicicletta.

Pescarenico nel Seicento era un villaggio di pescatori che detenevano il diritto di esercitare la pesca nel tratto dell'Adda tra i due laghi di Como e Garlate, ricchissimo di pesci.
Il suo vecchio nucleo è rimasto quasi intatto, con le viuzze strettissime e le case addossate l'una all'altra, ed è in grado di regalare una profonda sensazione di genuinità.
La presenza di qualche ristorante nei pressi della bella piazza Era consente anche di fermarsi a pranzo o a cena.

Abbazia di Piona

Colico-Abbazia-di-Piona-Sonia-Poncia-1-2

Infine, se per voi ha un particolare significato il matrimonio religioso, l’Abbazia di Piona, a Colico, fa al caso vostro. E’ un luogo sobrio, raccolto, tranquillo; ha un suggestivo chiostro con giardinetto e una bella chiesa intitolata a San Nicola. E’ un tipico edificio dell’arte comacina in pietra squadrata a vista, raggiungibile anche dal lago con il battello, e costituisce un raro gioiello dell’architettura romanica lombarda.

All’Abbazia di Piona si può rilassare la mente, grazie alla pace che si respira, pregare per l’anima, degustare e acquistare i prodotti realizzati dai monaci cistercensi, oltre a godere di un panorama mozzafiato sul lago e sulle montagne circostanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dove chiedere di sposarsi: i luoghi più romantici della provincia di Lecco in cui farsi dire “sì”

LeccoToday è in caricamento