Avviata la distribuzione gratuita di saturimetri in farmacia: ecco chi ne ha diritto

È iniziata la distribuzione dei saturimetri nelle farmacie, frutto delle donazioni effettuate alla Sip

È cominciata lunedì 11 gennaio la distribuzione dei saturimetri nelle farmacie, frutto delle donazioni effettuate alla Società Italiana di Pneumologia (Sip). Dal nord a sud dell'Italia, in questa prima fase dell'iniziativa verranno consegnati e distribuiti gratuitamente 30mila saturimetri destinati ai cittadini con patologie respiratorie (o ai nuclei familiari al cui interno vi sia una persona con problemi di questo tipo).

Il saturimetro, è uno strumento essenziale per il monitoraggio della saturazione del sangue. Si tratta di un'apparecchiatura medica non invasiva facile da utilizzare, che misura la saturazione di ossigeno nel sangue arterioso periferico (SpO2) e contemporaneamente la frequenza cardiaca, aiutando così ad individuare l'eventuale presenza dei primi segnali di una polmonite, uno dei sintomi più gravi del Coronavirus.

"L'iniziativa nasce dall'esigenza di far conoscere questo dispositivo, che serve a misurare il grado di ossigenazione del sangue e che può essere un alleato prezioso per prevenire le complicanze gravi da Covid" ha spiegato Luca Richeldi, presidente della Sip e componente del Comitato tecnico scientifico (Cts).

Quello dei farmacisti sarà quindi un ruolo cruciale, poiché grazie alla conoscenza delle famiglie potranno decidere a chi assegnare il saturimetro gratis. 

Sia la Società Italiana di Pneumologia che la Federazione Italiana dei Medici di Famiglia consigliano di averne uno in casa, esattamente come il termometro, data la loro capacità di considerare la compromissione respiratoria anche all'inizio, con bassi livelli di saturazione dell'ossigeno. Se i suoi valori sono inferiori al 92% è necessario contattare subito il medico, in quanto potrebbe essere necessario il ricovero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Castello, dopo mezzo secolo chiude lo storico negozio di alimentari di Rino e Grazia

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Rintracciati i due minori che si erano allontanati dalle proprie case di Verderio e Paderno

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

  • Cadavere nell'Adda: si tratterebbe della donna scomparsa due giorni fa

Torna su
LeccoToday è in caricamento