← Tutte le segnalazioni

«Abbattimento di venti alberi a Merate: no a parcheggi, sì a orti didattici»

Redazione

Scrivo questa e-mail riguardo al progetto di abbattimento di 20 alberi e relativa area verde a Merate, nella zona prospiciente Nido, Scuola materna e Centro diurno disabili. Scrivo in qualità di diplomato in Agraria ma soprattutto in qualità di amante del verde.

Questi alberi adulti sono risultati sani a seguito di una perizia condotta dal dottor Zanzi, agronomo di fama nazionale, di conseguenza sarebbe inopportuno abbatterli. A questo si aggiunge la sicurezza dei bambini, dei ragazzi disabili e dei rispettivi genitori; sicurezza che non potrebbe essere garantita con un costante flusso di macchine a qualche metro dall'entrata.

«Quattro volte i decessi del 2019 a marzo, il 30% dei meratesi è contagiato»

Ultimo punto, anche se non meno importante, è riguardante l'aiuto psicologico che il contatto con il verde, anche solo a livello visivo, può dare sia ai ragazzi disabili sia ai bambini, i quali imparano così ad amare la natura e ad esserne affascinati. Ai loro occhi, ogni albero è un mondo pieno di stimoli e ogni filo d'erba è un piccolo ecosistema.

Proporrei, piuttosto che un grigio e fumoso parcheggio, di utilizzare l'area in questione per massimizzare il contatto con la natura attraverso orti didattici e percorsi con erbe aromatiche. Spero vivamente che questo progetto di "ristrutturazione" non vada a buon fine. Non voglio credere che ci siano persone disposte a negare alcune delle sensazioni e degli stimoli più avvincenti che esistano alla parte più sensibile della nostra comunità.

Paolo Secci

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento