menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Agility dog la disciplina per far star bene i nostri cani

Nel territorio lecchese una nuova disciplina cinofilo-sportiva, l'agility dog ,sta prendendo sempre più piede tra i giovani e meno giovani.

L'agility dog è un'attività sportiva che grazie agli istruttori Giuseppe Pinchetti, dell'ASD Toby Dog di Olginate,  con campo di allenamento ad Airuno, e Ilaria Gaffuri, della scuola cinofila "I Segugi di Ello", appassiona sempre più tutti coloro che ne vengano a contatto e che vogliono vivere  con il proprio cane in modo più attivo, mettendosi in gioco per  instaurare con essi relazioni di fiducia e rispetto.

I due istruttori cooperando spesso insieme, sono riusciti  ad ottenere con gli atleti e i loro cani ottimi risultati a livello nazionale; questo è stato possibile grazie alle famiglie  dei ragazzi, le quali impegnandosi anche a livello economico nelle varie trasferte, hanno collaborato con i coach per far vivere queste esperienze con  spirito di complicità, allegria e aiuto reciproco sia dentro il campo di gara che fuori.

Lo scorso 2 marzo a Busto Arsizio, il 6 aprile a Marsciano (PG), il 27 aprile a Soliera (MO) e in 2 giugno all'Idroscalo di Milano, circa 100 ragazzi hanno partecipato con i propri cani  alle selezioni per entrare nella nazionale juniores agility e poter rappresentare l'Italia agli europei che si terranno a Milano presso il CampingVillage dal 11 al 13 luglio 2014.

Dopo 4 gare di selezione molto impegnative sono state circa una quarantina le giovani promesse del mondo dell'agility  ad aggiudicarsi la maglia azzurra.   Tra questi spiccano i nomi di 6 giovani conduttori del nostro territorio: Beatrice Pinchetti di 12 anni con Luna  border collie; Linda Galliani  di 12 anni con il meticcio di  Laila;  la giovanissima Sara Capurro di soli 10 anni con Ombra golden retriever; tutte e tre le ragazzine fanno parte dell'ASD Toby Dog e sono allenate dal coach Pinchetti.

Marco Ruiz di 11 anni con Melman Bigol, Sara Ruiz di 14 anni con Wave, Border collie; e Frigerio Michela di 14 anni con Lapo Bigol allievi della scuola cinofila I Segugi di Ello, allenate dall'istruttrice Gaffuri.

Hanno sfiorato la convocazione anche Arianna Corti di 12 anni con il barbone Tommy del Toby Dog e Agnese Rusoni di 15 anni con il meticcio Traccia della scuola cinofila I Segugi; purtroppo, nonostante siano riuscite anche a salire sul podio, non hanno accumulato abbastanza punti per qualificarsi per le gare finali.

I 6 ragazzi lecchesi con i loro cani dovranno affrontare, insieme agli altri ragazzi azzurri, le squadre di altre 25 nazioni composte da circa 400 binomi. Sarà un'impresa non facile, ma sicuramente  ce la metteranno tutta e grazie all'esperienza acquisita da Beatrice Pinchetti, al suo quarto appuntamento
internazionale, terranno  in alto il nome del nostro paese.  

Facciamo tutti il tifo per loro e comunque vada... sarà stata una bellissima esperienza, piena di emozioni e di sano spirito sportivo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento