menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le ragazze della Starlight Valmadrera

Le ragazze della Starlight Valmadrera

La Starlight Valmadrera disputerà la prossima stagione in Serie B

Ufficializzato il salto di categoria dopo il campionato interrotto per Covid. Il presidente Pino Scelfo: «Puntiamo alla salvezza ma abbiamo i mezzi per regalarci qualche soddisfazione»

Finalmente è ufficiale, nella stagione 2020/21 la Starlight Valmadrera prenderà parte al campionato di serie B femminile. «Sono contento ma credo che comunque con il campionato interrotto all’improvviso
(giustamente), sia anche meritato, perché avevamo costruito la squadra per salire di categoria». Queste le prime parole del presidente della Starlight Pino Scelfo, dopo avere ricevuto l’ufficialità del salto di categoria da parte del sodalizio cestistico valmadrerese dalla serie C alla serie B».

«Tutti credono in questo progetto»

«Ritengo doveroso fare la B, in primis per il lavoro svolto da parte di tutto lo staff tecnico, e delle ragazze, che credono in questo progetto - prosegue Scelfo - Secondariamente abbiamo avuto l’opportunità di trovare un accordo con Mariano (per l’acquisizione dei diritti) nel non lasciare alcune ragazze che hanno disputato il campionato precedente in B, inserendole nella squadra che il nostro coach Alberto Colombo e il ds Massimo Adobati hanno messo assieme formando un gruppo di grande esperienza. Poi c’è l’ingresso delle giovani che hanno dimostrato qualità e voglia per la categoria».

Basket Costa, progetto "Atleta in Famiglia": riparte la ricerca di nuove famiglie

Quale sarà l'obiettivo stagionale delle biancoblu? «L’obiettivo societario è salvarci, anche se avevamo un contatto con un’atleta che sicuramente avrebbe dato un certo apporto di esperienza e gioco, per lottare per le zone alte. Ma giustamente ha avuto richiesta per una categoria superiore (A2). Sono comunque convinto che il gruppo attuale sarà in grado di competere in questo campionato e magari darci qualche soddisfazione in più che la semplice salvezza. Ritengo che le giovani siano importanti se avranno l’umiltà di apprendere quello che le senior con la loro esperienza portano in campo e fuori, questo per una crescita cestistica e umana, comunque sono convinto di avere delle ragazze con la testa sulle spalle. Sono tranquillo per la scelta fatta dallo staff tecnico sulle nostre atlete e sul parquet ci giocheremo tranquillamente ogni partita che servirà per la nostra crescita anche con le squadre più attrezzate di noi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Attualità

Si prenota per il vaccino anti-Covid, poi rinuncia: «Ho paura»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento