menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La delusione di Andrea Pellegrinelli a fine gara

La delusione di Andrea Pellegrinelli a fine gara

Calcio, harakiri Lecco: la Pro Sesto rimonta e vince

Chessa (doppietta) e Castagna ribaltano il match del "Breda" dopo l'iniziale doppio vantaggio firmato dalla premiata ditta Cardinio-Capogna. Il Castiglione pareggia e va a +6

Ahia Lecco, così fa male. Non tanto perchè a inguaiare i blucelesti siano stati Davide Castagna e Mario Chessa, tra i protagonisti degli ultimi anni, ma soprattutto perchè rischiare di perdere il campionato per un harakiri potrebbe essere un colpo fatale ai sogni di gloria. E dire che la partenza sprint aveva messo tutto in discesa: il gol di Capogna in avvio poteva aprire scenari insperati, perchè nello stesso momento il Castiglione andava sotto contro la Vecomp in casa. Tutto perfetto, scenario abbellito dal raddoppio di Cardinio a metà tempo. E poi? Forse troppa presunzione, buona per concedere a Chessa l'occasione di mettere in mostra i grandi mezzi tecnici di cui è dotato: peccato capitale regalare una rete del genere a una squadra affamata al tramonto della prima frazione.
Rigenerata, la Pro Sesto è rientrata in campo facendo la guerra ai blucelesti e, da buon condottiero che conosciamo, il "Toro" ha approfittato di una palla sporca per mettere la sua firma sulla rimonta. La doppietta di Chessa è stata il degno epilogo di una giornata nata dritta e diventata storta, ma che sembrava potesse restituire al Lecco quanto non arrivato tre giorni fa al "Rigamonti-Ceppi" contro il Castiglione. Inutile il forcing finale, ma se il campionato non si è chiuso quest'oggi un "grazie" va detto alla Vecomp, che non ha fatto regali ed è andata a pareggiare in terra mantovana. Negli spogliatoi del "Breda" qualche parola grossa è volata e gli effetti si vedranno sin dopo la sosta pasquale: mollare sarebbe una presa per il giro verso tutto l'ambiente, in primis verso lo spogliatoio stesso.

IL MATCH - Cotroneo ritrova capitan Tignonsini e gli riaffida il ruolo di difensore centrale sinistro nel duo completato da Alushaj. Sulla destra c'è Redaelli al posto dell'ottimo Pupeschi, mentre centrocampo e attacco sono confermati in toto.
Nella Pro Sesto degli ex Carbone punta tanto sulla voglia e le qualità dei suoi uomini offensivi, tenendo alta la linea difensiva a cinque.
Proprio su quest'ultimo fattore gioca il Lecco, maestro nelle ripartenze: Cardinio scappa tre volte sulla sinistra e viene chiuso (con le buone e le cattive), ma al quarto tentativo arriva fino a fondocampo e mette dentro per Capogna, che è ben appostato sul secondo palo e trafigge Pansera. E' il 10' minuto e i blucelesti hanno già in mano la partita, mentre a Castiglione ci pensa il gol di Dimas ad alimentare le speranze.
La Pro reagisce veementemente e, due minuti dopo, Castagna scarica in porta una palla vagante, trovando la miracolosa respinta di Tignonsini sulla linea. Al 37' sono, di nuovo, Chessa e Castagna a prendere a martellate il muro bluceleste, ma la traversa dice "no" ad entrambi. Il Lecco tiene, qualche volta a fatica, e torna a farsi vedere al 42': cross dalla sinistra di Buonocunto e anticipo letale di Cardinio sull'uscita del portirere. 14esima rete in campionato anche per Fabio, che raggiunge Capogna in vetta alla classifica marcatori interna. Potrebbe sembrare già finito il match, ma, al 47', gli uomini di Cotroneo si fanno trovare impreparati su un lancio lungo di Capelloni che pesca Chessa in campo aperto: percussione sulla sinistra, dribbling secco su Alushaj e tiro a giro sul secondo palo, dove Pellegrinelli non può arrivare. Applausi per il sardo, dura reprimenda per la difesa dei blucelesti.

All'alba della ripresa si completa la rimonta dei milanesi: palla dentro dalla sinistra, Pellegrinelli non è lesto nell'uscita e viene anticipato da Castagna, che tocca la palla quanto basta per superare il portiere. Un gollonzo per il "Toro", che torna a far male dopo il gol dell'andata ed esulta per il suo nono centro stagionale. Con il Lecco sotto shock la Pro Sesto ci crede fortemente: il patatrack è completato al 15', quando Castagna crossa dalla sinistra, la palla sfila e viene parata da Pellegrinelli ma non esce, dalla destra arriva il nuovo controcross per Capelloni la cui conclusione viene salvata da Alusaj sulla linea, infine è ancora Chessa che, da due passi e a porta libera, insacca la rete del sorpasso. Cotroneo corre ai ripari inserendo Rigamonti e Pupeschi per Putignano e il negativo Redaelli. Al 29' Cardinio penetra dalla destra e attacca Pansera, che riesce miracolosamente a respingere la "puntata" dell'attaccante. 
I sogni di gloria diventano definitivamente incubi al triplice fischio del direttore di gara, ma il Castiglione non va oltre il pari e in casa bluceleste si può continuare a sperare in qualcosa che assomiglierebbe a un miracolo.

Pro Sesto (5-3-2): Pansera; Paris (dal 24' p.t. Martino), Baresi, Ferri, Sala (dal 17' s.t. Erba), Fronda; Fumagalli (dal 32' s.t. Lanzi), Capelloni, Corti; Chessa, Castagna. A disposizione: Invernizzi, Erba, Polledri, Pinto, Marzorati, Scavo, Personé. All. Benito Carbone.

Calcio Lecco (4-3-3): Pellegrinelli 5; Redaelli 5 (dal 19' s.t. Pupeschi 6), Tignonsini 6, Alushaj 5,5, Bugno 6,5; Di Gioia 5 (dal 25' s.t. Romano 6,5), Vignali 5,5, Putignano 5 (dal 19' s.t. Rigamonti 6); Buonocunto 6, Capogna 6,5, Cardinio 6,5. A disposizione: Frattini, Di Stefano, Bandini, Raiola, Ramadan, Marinò. All. Rocco Cotroneo.

Arbitro: Alex Cavallina di Parma (Biava di Vercelli e Vayr di Collegno).

Marcatori: Capogna (L) al 10' p.t., Cardinio (L) al 42' p.t.; Chessa (PS) al 46' p.t.; Castagna (PS) al 5' s.t.; Chessa (PS) al 15' s.t.

Note: giornata serena e calda; terreno in discrete condizioni; spettatori 500 circa; ammoniti Paris, Corti (PS) e Putignano, Tignonsini, Buonocunto (L); angoli 1-4; recuperi 3' nel 1° t. e 4' nel 2° t.

Immagini in collaborazione con www.leccochannelnews.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento