Sport Via Don Giovanni Pozzi, 6

Calcio, tra Lecco e Folgore Caratese vince la noia: blucelesti secondi

Nel giorno della "centesima" di Redaelli, il Lecco non sfonda sul terreno della squadra brianzola. Il Piacenza, che ha distrutto il Seregno al "Garilli", sarà il prossimo avversario

França ci prova di testa: partita difficile per il brasiliano, uscito per un colpo alla testa

Un pareggio serviva ed un pareggio è arrivato sul campo della Folgore Caratese, formazione ostica, quadrata e con tutte le carte in regola per raggiungere l'obiettivo salvezza. I blucelesti possono darsi il "cinque" per aver portato a casa, oltre al punto, il secondo posto matematico che garantirà tre giornate di tranquillità sportiva prima dei playoff, mentre si cercherà di trovare una soluzione rapida ai tanti problemi extracampo. Con tutto definito in classifica, la gara contro il Piacenza avrà un significato sostanzialmente simbolico, ma visto che dall'Emilia sembra pronta a partire una spedizione da ottocento persone e che anche i tifosi blucelesti hanno il dente avvelenato, sicuramente la partita in arrivo sarà un banco di prova importante per dimostrare che quei diciannove punti di distacco non ci stanno proprio.
Stando al presente, in una gara strana e perennemente bloccata è giusto celebrare le cento presenze in bluceleste di Luca Redaelli, che è approdato in Prima Squadra nel bel mezzo delle difficoltà e a cui, probabilmente, non in tanti avrebbero pronosticato una carriera così tanto tinta di bluceleste.

LA CRONACA - De Paola manda nuovamente in campo il consueto 4-4-2 degli ultimi mesi viste le concomitanti assenze di Turati, Di Gioia, Ronchi e Baldo tra squalifiche infortuni; sulla fascia sinistra torna Bugno, con i galloni di capitano, mentre sulla fascia opposta c'è Meyergue. Dall'altra parte c'è una Folgore Caratese schierata con il 4-3-3 (leggasi 4-5-1) in cui a Santonocito è affidato il compito di far male in fase di ripartenza.
Gli ospiti hanno un approccio migliore alla gara, sfondano un paio di volte sulla sinistra ma non riescono mai a calciare in porta nonostante la pericolosità palesata dallo scatenato Cesana. Il Lecco esce dal guscio poco prima del quarto d'ora (12'), ma la conclusione con il destro di Barzaghi è tutt'altro che difficile da bloccare per Martinez. A prendere in mano le redini della gara è il sig. Prior, che fischia a casaccio una serie di falli, tra cui quello che porta all'ammonizione Vignali: diffidato, salterà il Piacenza. L'occasione più pericolosa della prima frazione si registra al 27': punizione di pochissimo a lato calciata da capitan Bugno. Bello anche lo stacco con cui França sovrasta De Vito e impatta di testa la palla al termine del primo tempo, ma la sfera finisce ben lontana dalla porta.

La ripresa si svolge sullo stesso canovaccio tattico: il Lecco manovra all'altezza dei 30 metri, trova lo scarico sulle fasce ma quasi mai lo sfondamento o dei cross di apprezzabile fattura. A rischiare di firmare il colpaccio è il neontrato Tonani a metà tempo (20'), ma il suo tirocross non viene agganciato o girato in porta da nessun uomo in maglia bianca e l'azione si perde in un clamoroso nulla di fatto. Il bersaglio lo trova invece França al 23', ma Martinez è molto bravo nella deviazione in angolo con la mano di richiamo. Il portiere argentino si rimette in mostra quattro minuti dopo, quando vola a deviare la castagna di Pergreffi dai 25 metri. Nella seconda metà di frazione il Lecco non produce più nulla, visto anche l'infortunio al naso di França, mentre la Folgore regala un brivido agli spettatori del "XXV Aprile" grazie al bel diagonale di poco a lato di Santonocito (46').

Al triplice fischio i blucelesti si abbracciano in mezzo al campo e vanno a ricevere gli applausi dei duecento cinquanta tifosi arrivati in Brianza: ora ci sarà da preparare uno scherzetto al Piacenza, che non varrà certamente un campionato ma sarà una buona occasione per togliersi una soddisfazione importante. Di questi tempi, non una cosa di poco conto.

Folgore Caratese 0-0 Calcio Lecco

Folgore Caratese (4-3-3): Martinez: Migliavacca, Perego, De Vito, Lucente; Cesana, D'Errico (dal 10'  s.t. Tonani), Rondinelli; Santonocito, Bigotto, Ramponi. A disposizione: Guerci, Concina, Galiani, Bancora, Gandini, Karamoko, Sansonetti, Antonucci. All. Simone Banchieri.

Calcio Lecco (4-4-2): Lazzarini; Fratus, Redaelli, Pergreffi, Barzaghi; Meyergue (dal 1' s.t. Romano), Corteggiano, Vignali, Bugno; França (dal 39' s.t. Joelson), Cardinio (dal 35' s.t. Cassiano Bodini). A disposizione: Tognazzi, Garofoli, Dell'Orto, Colombo, Rigoni, Rigamonti. All. Luciano De Paola.

Arbitro: Filippo Prior di Ivrea (Alessio Billone e Paolo Cubiciotti di Nichelino).

Note: tempo variabile, terreno in buone condizioni; spettatori 400 circa; ammoniti: Martinez, Migliavacca, Santonocito (FC) e Vignali, Bugno (L); angoli: 0-6; recuperi: 1' nel 1° t. 3' nel 2° t.

Immagini in collaborazione con www.leccochannelnews.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, tra Lecco e Folgore Caratese vince la noia: blucelesti secondi

LeccoToday è in caricamento