menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ripamonti, secondo da sinistra

Ripamonti, secondo da sinistra

Mondiali di canoa, Ripamonti carico: "Punto sul K4"

Da oggi all'Idroscalo le gare iridate. Il ballabiese delle Fiamme gialle atteso tra i protagonisti

Tutto pronto per i Mondiali di canoa Sprint che si svolgeranno all'Idroscalo di Milano da oggi fino a domenica. Questa sera è in programma la cerimonia di inaugurazione.

Un evento di grande prestigio, atteso da anni, celebrato nei giorni scorsi anche dall'assessore regionale allo Sport Antonio Rossi, mito della canoa, che ha così parlato dell'evento: «Dal punto di vista degli atleti conosco bene i sentimenti che stanno vivendo. A loro dico di rimanere concentrati, di stare tranquilli e di non perdere di vista l'obiettivo. Gareggiare in casa, di fronte al proprio pubblico, darà un'ulteriore spinta ai canoisti italiani».

In acqua, le attenzioni lecchesi sono tutte rivolte su Nicola Ripamonti; il ragazzo di Ballabio ha l'opportunità di sfatare il tabù e imporsi in un Campionato del mondo proprio a casa sua. L'atleta lecchese delle Fiamme gialle gareggerà in due prove: il K2 1.000 con Giulio Dressino e il K4 1.000 insieme a Dressino, Albino Battelli e Alberto Ricchetti.

Il programma prevede la batteria del K2 1.000 giovedì pomeriggio, mentre le qualificazioni del K4 1.000 andranno in scena venerdì. Nel week end, spazio a semifinali e finali.

Ripamonti, due volte campione italiano Senior e oro ai Giochi del Mediterraneo nel 2013, conosce bene l'Idroscalo e sulle acque milanesi è particolarmente a suo agio: nel 2014, in Coppa del mondo, vinse l'argento sul K4 con Battelli, Crenna e Ricchetti.

«Le condizioni ambientali ci piacciono molto, perché rispetto alle trasferte all'estero possiamo autogestirci - ha spiegato Ripamonti - Punto a fare bene in entrambe le distanze, ma è indubbio che sul K4 poggiano le maggiori ambizioni. La barca va forte e siamo tutti in ottima forma. Peccato che nelle batterie ci troveremo di fronte Bielorussia, Russia e Repubblica Ceca, le Nazioni più forti. Soltanto la prima accederà direttamente alla finale; le altre andranno in semifinale. Ce la metteremo tutta per capire subito a che livello siamo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento