menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rigamonti Ceppi: il campo ridotto ad una prateria

Chi ha avuto modo oggi di vedere le condizioni del terreno di gioco del Rigamonti Ceppi è rimasto esterrefatto.

Quello che è sempre stato considerato il fiore all'occhiello della società Bluceleste è stato ridotto ad una vera e propria prateria, dove gli animali potrebbero trovare tranquillamente di che brucare. Il manto erboso è in queste condizioni a causa dell'ormai consolidata incuria in cui stato lasciato.

Dall'ormai celebre rappresentazione de "I Promessi Sposi" il campo è stato via via lasciato andare. Ad onor del vero c'è stato un tentativo di riparazione delle parti del campo rovinate dal citato evento, ma la sistemazione è durata poco.

Il problema non è limitato a questa parte del campo, ma ormai ha interessato tutto il rettangolo di gioco e ciò è dovuto all'ormai consolidata incuria in cui è stato lasciato. Sono mesi che il terreno non è oggetto dei normali lavori di manutenzione ed infatti i risultati lo si sono visti nel finale di stagione quando i giocatori in certi momenti alzano un polverone dovuto alle abbondanti quantità di sabbia riversate.

E' evidente che questa situazione è dovuta al fatto che le aziende che facevano manutenzione hanno abbandonato i lavori visto i crediti che vantano nei confronti della società e quindi prima di riprendere vorrebbero rientrare delle somme vantate. Per il momento la società è riuscita a far eseguire nella giornata di oggi un taglio del manto erboso, per il futuro non si sa cosa lo aspetti.

Ma l'elenco di coloro che vantano crediti dalla Calcio Lecco è lungo, a partire appunto dalle società che gestiscono la manutenzione del campo, il segretario Ivan Corti con le sue 15 mensilità arretrate, sponsor tecnici a vario titolo, giocatori, staff tecnico, per un ammontare di circa 100mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento