Attualità Viale Tommaso Grossi

A Bellano incontri per imparare ad assistere chi soffre di demenza senile

Obiettivo dell'iniziativa, che si avvale di figure professionali quali medico, psicologoco, infermiere, fisioterapista e avvocato, è consentire al paziente di vivere nella propria casa

Una veduta di Bellano

Offrire ai caregiver di persone con demenza senile precisi riferimenti normativi, diagnostici e professionali, prevalentemente attraverso consulenze individuali. Questo lo scopo del progetto "Accogliere per accudire" proposto dal Comune di Bellano e dalla Cooperativa La Muggiasca, incentrato, appunto, sul delicato tema delle demenze senili e rivolto alla popolazione del territorio.

Il progetto, che ha come ente capofila La Muggiasca Cooperativa Sociale onlus, è finanziato dalla Comunità Montana della Valsassina Valvarrone Val d'Esino e Riviera, dalla Fondazione Comunitaria Lecchese e dalla Banca della Valsassina Credito Cooperativo - spiega Jessica Vanelli, assessore ai Servizi sociali del Comune - Persegue il suo obiettivo grazie all'intervento di figure professionali fondamentali per affrontare il tema della demenza senile, quali il medico, lo psicologo, l'infermiere, il fisioterapista e l'avvocato. Ciò senza trascurare il prezioso e costante raccordo con i servizi del territorio, garantito in primo luogo dalle assistenti sociali».

Proponendo questo servizio alla cittadinanza Bellano avvia una sperimentazione pilota che prevede, oltre alle azioni di consulenza personalizzata già sperimentate in Valsassina, anche un ciclo di formazione e informazione sul tema, per favorire la cura domiciliare delle persone che soffrono di demenza senile, ritardando quanto più possibile l'accesso a una Rsa.

«Contrasto al gioco patologico in età anziana»

«L'offerta si concretizza con l'organizzazione di quattro incontri che si terranno in presenza, dalle 17.30 alle 19.30, a partire da venerdì 18 giugno a Bellano, al cinema teatro Casa del Popolo o al Palasole - continua l'assessore - L’iniziativa è rivolta alla popolazione e, in particolare, a coloro che si prendono cura di persone con demenza. Inoltre verranno anche proposte azioni di contrasto al gioco patologico nella fascia di popolazione anziana e attività di sostegno cognitivo condotte in piccolo gruppo, presso il Centro Anziani. In questo caso le attività si svolgeranno a partire dal mese di settembre».

Il programma

Il primo appuntamento, che come detto è in programma venerdì 18 giugno, vedrà presenti anche i responsabili del progetto, per una presentazione complessiva di tutte le azioni previste, seguirà l'intervento del dottor Alberto Longhi, psicologo e coordinatore dell'iniziativa. Oltre alla descrizione delle fondamentali linee d'intervento e dell'approccio di riferimento, il dottor Longhi affronterà il tema della demenza nella sua gestione quotidiana, con particolare attenzione ai segnali da riconoscere nei familiari anziani.

Seguiranno giovedì 24 giugno l'appuntamento dedicato agli strumenti attivabili e la normativa di riferimento, con intervento delle assistenti sociali del PreSST della Valsassina e del Comune di Bellano. Il 2 luglio si parlerà della figura dell'amministratore di sostegno per persone con demenza, attraverso l'intervento dell'avvocato Marchi; mentre il 9 luglio, in occasione dell'ultimo incontro, verranno illustrate le basilari prassi domestiche giornaliere della vita con persone con demenza, a cura dell'infermiera e della fisioterapista della Rsa La Madonnina, dottoresse Pozzi e Premuda.

È consigliato segnalare la propria partecipazione telefonando al numero 351 7176225 o scrivendo una mail all'indirizzo accogliereperaccudire@gmail.com.

Gli stessi riferimenti sono già da ora contattabili per maggiori informazioni sulle azioni di intervento personalizzato ed eventualmente per richiedere interventi mirati. Gli incontri del 18, 24 giungo e 9 luglio si terranno al cinema di via Roma 3, l'incontro del 2 luglio si terrà, invece, al Palasole (viale T. Grossi).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Bellano incontri per imparare ad assistere chi soffre di demenza senile

LeccoToday è in caricamento