menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sala di proiezione di Valmadrera

La sala di proiezione di Valmadrera

Cinema di Valmadrera, «costretti alla visione nella morsa del freddo». La Parrocchia: «Disagio risolto»

Dopo il divampare della polemica per mezzo social, arriva la risposta a coloro che si sono lamentati delle basse temperature all'interno della sala di proiezione cittadina

A Valmadrera, nell'ultimo periodo, i film sono stati visti con il cappotto. Questo, quantomeno, all'interno della sala di proiezione della sala Artesfera: il problema, denunciato soprattuto per mezzo social network (parecchi i commenti, in tal senso, su "Sei di Valmadrera se..."), è segnalato come in fase di risoluzione dalla Parrocchia, da poco gestita da Don Isidoro Crepaldi. Ed è stato lo stesso ente gestore del cinema valmadrerese a dissipare le polemiche sulla vicenda.

I uregiatt di nost vecc: torna il tradizionale appuntamento

Cinema di Valmadrera: «Problema al riscaldamento in fase di risoluzione»

Inaugurazione Campo Sintetico Oratorio Valmadrera - 5 Gennaio 2018 Don Isidoro (6)

Artesfera è una realtà pensata e voluta da Don Adelio Brambilla (Parroco uscente di Valmadrera), sin dall’inizio del suo insediamento nel 2014, con lo scopo di riaprire e rendere nuovamente fruibile alla comunità uno spazio da dedicare alla cultura ed alla aggregazione sociale, con in prospettiva l’idea di riattivare anche le salette più piccole per eventi ed incontri culturali.

Col subentro di Don Isidoro Crepaldi, nuovo parroco di Valmadrera, il progetto non si è arenato, al contrario ha avuto un’ulteriore accelerazione.

Per arrivare a questi risultati, la Parrocchia ha affrontato ingenti investimenti, solo in parte coperti da un apposito contributo della Regione Lombardia.

Il primo intervento risalente a pochi anni fa è consistito nel passaggio alla proiezione in digitale con audio Dolby Digital.

La scorsa estate 2018, si è provveduto invece alla ristrutturazione completa della sala, col rifacimento dell’impianto elettrico e dispositivi di sicurezza, la riduzione dei posti a sedere, al fine di aumentare il comfort per gli spettatori (la sala mantiene comunque una capienza di oltre 400 posti).

Infine, nell'autunno scorso si è provveduto alla sostituzione della vecchia caldaia a gasolio con una nuova a metano. Per quest’ultimo intervento, particolarmente complesso dal punto di vista tecnico, è stato necessario, un periodo di tempo di alcune settimane per la messa a punto e calibrazione dell’impianto stesso. Alcuni episodi di scarsa climatizzazione sono stati causati da questa situazione contingente. Le problematiche tecniche emerse sono state ora risolte in maniera definitiva a seguito degli ultimi interventi del personale qualificato.

Artesfera si scusa per i disagi sofferti dal pubblico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento