Varenna: sostituiti i lampioni danneggiati in Olivedo e Piazza San Giorgio

Sono serviti circa due mesi per completare le installazioni

Nei primi giorni dello scorso mese di dicembre sono stati sostituiti diversi lampioni danneggiati in località Olivedo e uno in Piazza San Giorgio.
La gara per la fornitura era stata indetta dal Comune nello scorso settembre, con la Determina n. 180 del Responsabile dell’Area Tecnica Ing. Marco Vitali. Il bando è stato vinto dalla ditta Enel Sole per un totale di 11.700 €, che con l’aggiunta dell’IVA al 22%, costituisce una spesa per le casse comunali di 14.274 €. La posa dei nuovi “corpi illuminanti” si è poi svolta entro i 120 giorni lavorativi previsti dal contratto.

L’Amministrazione invita i cittadini a segnalare malfunzionamenti e problematiche agli uffici comunali, nell’ottica di una costante e puntuale opera di manutenzione del bene comune.

«Luci a San Siro? No, a Varenna!»

"Uniti per Varenna", gruppo di minoranza, ha commentato così la notizia:

Con la bellissima canzone di Roberto Vecchioni in sottofondo, apprendiamo dalla stampa che finalmente l'Amministrazione Comunale di Varenna ha riparato circa 7/8 lampioni. Molto bene, per il decoro del paese e per l'utilita'. Aver l'illuminazione, conta ancora. Dal comunicato stampa "municipale" , pero' non emerge ci siano volute innumerevoli prima segnalazioni, poi altrettante lamentele da parte dei concittadini. Poi una interrogazione comunale di Uniti per Varenna. Ma soprattutto che ci siano voluti più di tre anni per mettere fine a questa vergogna. Da ultimo, il sindaco invita i concittadini a segnalare guasti o simili. Gli segnaliamo che uno dei lampioni monchi e spenti, era proprio davanti all'ingresso del Municipio...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico investimento sulla direttrice Milano-Lecco: la vittima era scomparsa nella mattinata

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Lecco, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio. Ecco le regole

  • Stroncato da un malore in montagna: Mandello piange Carlo Gilardi

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

Torna su
LeccoToday è in caricamento