Domenica 5 luglio in Lombardia la prima edizione della "Festa delle montagne"

L'assessore Lara Magoni: «Patrimonio incredibile per il rilancio del settore»

«La prima giornata regionale per le montagne sarà un'occasione fantastica per scoprire un patrimonio naturale, culturale e di tradizioni che rende la Lombardia una regione unica in Italia». Lara Magoni, assessore regionale al Turismo, Marketing Territoriale e Moda, saluta così la "Prima Giornata Regionale per le Montagne", in programma domenica 5 luglio, per festeggiare l'apertura della stagione turistico-escursionistica sui rifugi delle montagne lombarde. La giornata sarà l'occasione per sensibilizzare l'opinione pubblica sul patrimonio di risorse naturali, storiche, culturali, paesaggistiche, idriche e forestali che le montagne lombarde rappresentano.

«Spero davvero che i lombardi - continua l'assessore Magoni - abbiano voglia di scoprire la "Lombardia delle meraviglie" e, zaino in spalla, si facciano ammaliare dalle bellezze di sentieri, vette, paesaggi incontaminati, sapori tipici e prelibatezze che solo la nostra terra può regalare. Approfittando anche dell'apertura dei nostri stupendi rifugi. Il turismo sta ripartendo dalle nostre montagne. Venitele a conoscerle, vi stupiranno».

La scelta è davvero notevole, come dimostrano i numeri: in Lombardia vi sono ben 110 cime oltre i 1.000 metri; 112 valli e oltre 6.700 chilometri di sentieri segnalati. E ancora, una montagna che per gli sport invernali vanta: 27 comprensori sciistici, 900 chilometri di piste, 324 chilometri dedicati al fondo e 14 snowpark.

«Lombardia, una delle regioni più sicure»

«Dopo i mesi tremendi che abbiamo vissuto, la Lombardia - spiega l'assessore - è certamente una delle regioni italiane più sicure, vista la rigida applicazione dei protocolli per la salvaguardia della salute e la sanificazione di luoghi e strutture. In tal senso, le montagne assumono un ruolo da protagonista: sono luoghi di bellezza e di salute che rispondono in maniera naturale alla necessità di distanziamento sociale. Un valore aggiunto di grande importanza, per vivere vacanze in assoluta serenità grazie anche ad un "turismo active" che in questo rilancio post Covid rappresenta un'eccellenza assoluta».

«Non solo montagne - aggiunge l'assessore regionale: la Lombardia ha davvero tutto per essere non solo la 'locomotiva economica' ma anche la 'locomotiva del turismo' d'Italia. Dai laghi alle montagne, dalle colline alle città d'arte sino ai piccoli borghi, alle terme e alle tradizioni enogastronomiche. La nostra terra offre un ventaglio di proposte turistiche che la rendono davvero inimitabile».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Senza dimenticare che, proprio in tema di montagne, Milano e la Lombardia saranno protagoniste del mondo con le Olimpiadi Milano Cortina 2026. «Come ho ribadito in una recente diretta Facebook con il famoso alpinista Simone Moro, in collaborazione con gli altri assessori - ricorda - ho preparato un percorso che si chiamerà "Via Olimpica"». «Sarà l'occasione - conclude Magoni - per apprezzare tutta la Lombardia, visto che coinvolgerà tutte le Province, non solo Milano e la Valtellina, ma i 12 capoluoghi con le proprie valli e le proprie peculiarità. Basti pensare ai 14 siti Unesco, che potrebbero essere legati dai 250 prodotti agroalimentari che ci rendono unici in Europa. E ancora, percorsi da valorizzare grazie alla cultura e ai numerosi luoghi del Fai».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba ha fretta di nascere, donna partorisce nel tunnel del Monte Barro

  • Olginate: trovato in fin di vita, ciclista muore lungo l'alzaia

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati», ristoratori egiziani devolvono nuovamente il loro incasso all'ospedale

  • Coronavirus, il punto: nessun caso di positività nel Lecchese, boom di guarigioni

  • Un panino di due metri e un "bollicine" di 9 litri, festa a San Giovanni per il barista Willy

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento