Rossi, Formenti e Piazza esultano: «L’ostello di Lecco è pronto grazie ad Aler»

I tre esponenti del centrodestra hanno svolto un sopralluogo insieme ad altri rappresentanti delle istituzioni

«Nella giornata di venerdì, con Fabio Danesi, Presidente di Aler Bergamo-Lecco-Sondrio, e i rappresentanti degli enti sottoscrittori dell’accordo di programma, abbiamo visitato il cantiere, prossimo alla fine lavori, dell’ostello della gioventù di Lecco». La dichiarazione congiunta è del sottosegretario regionale ai grandi eventi sportivi Antonio Rossi e dei Consiglieri regionali Antonello Formenti e Mauro Piazza, che stamane hanno fatto il loro ingresso all'interno dello stabile di viale Adamello.

«La struttura, fortemente voluta da Regione Lombardia, sarà un fiore all’occhiello della rete degli ostelli lombardi, su cui come ente stiamo investendo molto; questo ostello s'inserisce perfettamente nel solco di quello che Regione intende promuovere: un servizio importante per la collettività su cui l’ente che rappresentiamo ha investito risorse finanziare e umane tramite l’impiego di Aler, un fattore determinante e decisivo per concludere l’intera opera», spiegano ancora i tre esponenti lecchesi.

Ostello della Gioventù, inaugurato il cantiere. Lavori al termine nell'estate 2020

«122 posti letto, bar e altro ancora. Intitolarlo a Cassin»

«Una volta inaugurato ufficialmente saranno disponibili oltre 2 mila metri quadrati di superficie – continuano –. 122 i posti letto previsti su 32 camere, con bar e sala da pranzo, cucina e self service; una struttura ricettiva importante che servirà il territorio per sostenere il turismo slow che ha nelle Vie del Viandante ha l’espressione emblematica e massima- L’ostello sarà una struttura che accoglierà sportivi e chi viene a Lecco per sfruttare le sue bellezze paesaggistiche a pochi passi dall’inizio dei principali sentieri di media montagna, per questo riteniamo sia opportuno dedicare questa struttura a uno dei più grandi alpinisti lecchesi: Riccardo Cassin».

«In questi anni sette anni, come rappresentati regionali, abbiamo avuto la possibilità di essere facilitatori per la conclusione di quei dossier che da troppo tempo erano rimasti sospesi e in cerca di una soluzione e di adeguati finanziamenti: la maternità dell’ex Ospedale, la Lecco-Bergamo, la ciclopista Abbadia-Colico, il passaggio a livello a Bellano, la tangenzialina di Primaluna, il tutto grazie al lavoro di squadra e a una comunione d’intenti per il nostro territorio; ora ci attendono nuove sfide e siamo pronti ad affrontarle insieme, anche agli enti che vogliono essere protagonisti dello svilluppo del lecchese in attesa del grande evento olimpico Milano Cortina 2026», concludono Rossi, Formenti e Piazza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico investimento sulla direttrice Milano-Lecco: la vittima era scomparsa nella mattinata

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Lecco, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio. Ecco le regole

  • Stroncato da un malore in montagna: Mandello piange Carlo Gilardi

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

Torna su
LeccoToday è in caricamento