menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Ponte nel cielo (Foto Valtellina.it)

Il Ponte nel cielo (Foto Valtellina.it)

Anche a Lecco è scoppiata la passione per il "Ponte nel cielo"

In tanti hanno già provato l'emozione della passerella più alta d'Europa in Val Tartano, altri l'hanno messa in agenda. Ecco le norme da rispettare mentre lo si percorre

Ha attirato l'attenzione di tutta Italia, e non solo. Anche a Lecco sta spopolando il Ponte nel cielo, la nuova attrazione turistica della Valtellina. Si tratta della passerella sospesa più alta d'Europa (in molti lo chiamano "ponte tibetano" anche se in realtà tecnicamente non lo è) con i suoi 140 metri per 234 di lunghezza. 

Video | Si inaugura la passerella più alta d'Europa

Lo spettacolare collegamento pedonale unisce i due versanti della Val Tartano, Campo Tartano (1.034 mt di altitudine) e Frasnino (1.038 mt), passando sopra l'omonimo torrente. A realizzarlo è stato il Consorzio Püstarèsc. La pavimentazione è costituita da 700 assi di legno di larice "autoctono", ed è a disposizione di tutti gli escursionisti, grandi e piccini. La vista offerta è unica: la diga di Colombera, i verdi paesaggi della valle, il maggengo Frasnino e il Lario all'orizzonte.

Domenica scorsa, 22 settembre, l'inaugurazione ha fatto registrare un successo clamoroso. In tanti sono partiti verso la Val Tartano anche da Lecco, sfruttando la relativa vicinanza (nemmeno un'ora di auto).

Su Facebook non si contano i post e le foto pubblicate dai lecchesi che hanno già provato l'emozione di percorrere questa suggestiva passerella, che in tempi relativamente brevi diventerà un "must". C'è chi racconta di «un'emozione appagante», ma anche chi sottolinea la bontà dell'idea «nata con la collaborazione attiva della popolazione. Al finanziamento hanno partecipato gli abitanti con donazione e geniale è stata l'idea di acquistare le assi di legno rigorosamente scelti dalla filiera locale. Un bell'esempio di democrazia partecipata dove magari inconsapevolmente hanno creato un'opera con tutti i valori dettati dal turismo responsabile».

Le norme comportamentali sul ponte

I gestori del "Ponte nel cielo" hanno reso noto anche le norme di comportamento, che pubblichiamo qui per tutti gli interessati.

- Mantenere una distanza di sicurezza di 2 metri tra una persona e l'altra;
- Numero massimo di persone in contemporanea sul ponte: 100;
- È severamente vietato salire sul ponte in presenza di vento forte e/o temporale;
- È severamente vietato saltare, correre e fare oscillare il ponte;
- È severamente vietato sporgersi oltre la sagoma delle funi;
- È severamente vietato gettare oggetti dal ponte;
- I bambini devono essere costantemente controllati da un adulto durante l'attraversamento;
- L'utilizzo del ponte in presenza di neve è consentito solo se autorizzati dall'ente gestore a mezzo di indicazioni esposte agli accessi;
- I cani vanno portati al guinzaglio;
- Divieto di transito per animali al pascolo;
- È severamente proibito l'attraversamento del ponte con qualsiasi veicolo.

L'uso improprio della struttura solleva da ogni responsabilità l'ente gestore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento