Attualità Piazza Giuseppe Garibaldi, 4

In Basilica torna "Ma che film la vita!": quattro film di grido sotto le stelle

Due titoli nazionali e due internazionali, che scandiranno i tempi delle serate di luglio

Antonio Peccati, in primo piano, e don Davide Milani BONACINA/LECCOTODAY

Con «meno entusiasmo» rispetto a un anno fa, ma torna "Ma che film la vita!", il cineforum organizzato dalla Comunità Pastorale Madonna del Rosario con la collaborazione di Fondazione Ente dello Spettacolo e Confcommercio Lecco. Quattro film di grido terranno impegnati i lecchesi presso lo spazio antistante il nuoco Cinema Teatro Aquilone della Basilica San Nicolò di Lecco: titoli nazionali e internazionali, visibili al prezzo (poco più che simbolico) di 5€. Per prendere parte alla visione sarà necessaria la prenotazione del posto (segreteria@chiesadilecco.it), mentre il costo del biglietto servirà per la copertura delle spese vive. In caso di pioggia si userà il portico. Circa trecento i posti a disposizione (mascherina obbligatoria), in linea con il regolamento anti-Covid, con i volontari della Parrocchia che gestiranno tutto l'impianto organizzativo.

Ma che film la vita!: i titoli

Seconda edizione estiva

Si tratta della seconda edizione organizzata durante il periodo estivo, la quarta in totale: «Confcommercio Lecco è sempre attenta al problema della cultura è don Davide è esperto per quando riguarda la comunicazione in tal senso - ha introdotto Antonio Peccati, presidente di Confcommercio -. Oltre alla visione proponiamo il dialogo, dando delle spiegazioni a quanto si è appena visto; è molto bello avere il regista presente che spiega. Il nostro ringraziamento va a un prevosto che ha qualcosa in più, che ci aiuta a crescere nello spirito e nella conoscenza di questi temi. Per una sera possiamo riflettere su questi messaggi, che arrivano e vengono raccontati in un certo modo. Per me è una bellissima novità anche a livello personale».

«Il sostegno più importante non è quello economico, ma quello della collaborazione che lascia qualcosa alla città - ha aggiunto don Davide Milani -. Spero che l’anno prossimo saremo in grado di farlo da soli, ma voglio fare questo e altri percorsi insieme a Confcommercio, è una bellissima collaborazione. Quest’anno c’è un po’ meno entusiasmo rispetto all’anno scorso, ma questa è l’iniziativa legata alla resistenza: siamo piegati, ma vogliamo regalarci questa cosa inutile, ma gradita perché ci permette di rimanere insieme. Vogliamo aiutare a far vedere una luce in fondo al tunnel. Le difficoltà sono legate alle sempre maggiori difficoltà legate al fare cinema all’aperto, soprattutto per via delle case produttrici. Avere quattro film così importanti è stato molto difficile, ma grazie a Marco e Chiara di Confcommercio abbiamo trovato tutti gli incastri».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Basilica torna "Ma che film la vita!": quattro film di grido sotto le stelle

LeccoToday è in caricamento