Valmadrera, la stretta si allenta: lunedì riaprono, ai cittadini, alcuni parchi e i sentieri di montagna

La località di montagna sarà raggiungibile solamente a piedi da chi abita in città. Permarrà la chiusura del parco del centro sportivo "Rio Torto". Il monito: «No assembramenti o si torna indietro»

La strada agro-pastorale che porta a San Tomaso BONACINA/LECCOTODAY

Si allenta la stretta delle disposizioni che regolano la vita a Valmadrera. Come spiegato dal sindaco Antonio Rusconi con un'apposita ordinanza, il Dpcm 26.4.2020 all’art. 1, lett e) consente l'accesso del pubblico ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici, a condizione che venga rispettato rigorosamente il divieto di assembramento e venga rispettata la distanza di sicurezza interpersonale di un metro; prevede, però, che le aree attrezzate per il gioco dei bambini (parchi gioco) siano chiuse.

Pertanto non si potrà accedere ai parchi gioco di Valmadrera rintracciabili in via Casnedi e in frazione Sandionigi. Verranno invece aperti al pubblico il parco di via Fatebenefratelli, quello di via Castagnera e il pratone di Parè («Su cui come Giunta abbiamo molto discusso»), nel quale sarà recintata l’area con i giochi, non usufruibile. 

«Ci auguriamo, soprattutto per la zona di Parè, che vi sia un uso responsabile, altrimenti, visto il permanere dei rischi di contagio, anche quest’area verrà chiusa».

Nei giorni dal 5 all'8 maggio, in concomitanza con la chiusura dei parchi gioco, verrà effettuata l'attività di manutenzione e riparazione delle strutture e delle attrezzature presenti.
In considerazione della difficoltà di controllarne gli accessi e per evitare rischi di assembramento, con apposita ordinanza verrà invece chiuso il parco del Rio Torto.

Valmadrera: riaprono i sentieri

Da lunedì 4 maggio sarà possibile salire a San Tomaso, solo a piedi, percorrendo sia la strada agro-silvo-pastorale che i sentieri, e, in ogni caso, nel rispetto delle disposizioni dettate dal Dpcm 26.4.2020 (divieto di assembramento e rispetto della distanza interpersonale). Non sarà comunque possibile accedere con l'auto a via San Carlo Borromeo e Fraz. Belvedere, dove l'accesso consentito solo ai residenti. Riaprono, chiaramente, anche i sentieri verso Preguda, il Taja Sass, Sambrosera e tutte le altre località di montagna, da raggiungere tassativamente a piedi dalla propria abitazione.

«Come già per l'apertura del parco di via Fatebenefratelli, di quello di via Castagnera e del pratone di Parè, si confida nel senso di responsabilità dei cittadini. In caso contrario l'Amministrazione comunale si vedrà costretta a vietare nuovamente l'accesso a San Tomaso».  

Il pensiero per il 1° Maggio

«Prendo il titolo dall’appello importante del Presidente della Repubblica: è una festa del lavoro strana, molto silenziosa, ma senz’altro altro più importante. Forse ci ricorda giustamente che l'articolo 1 della nostra Costituzione cita il lavoro come “fondamento” della nostra Repubblica democratica. 
Un pensiero dunque alle aziende che a Valmadrera lunedì apriranno, alle difficoltà che incontreranno, ai lavoratori che auspico troveranno tutte le sicurezze previste, ai lavoratori soprattutto che non hanno un lavoro, ai giovani che non lo hanno ancora trovato e sommersi dal problema della pandemia quasi sono usciti dalle nostre discussioni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un grazie particolare alle persone che oggi lavoreranno, agli straordinari operatori sanitari, ma anche alle persone che ho conosciuto nelle mia Casa di Riposo, nella Borsieri dov'è stato mio papà, in tutte quelle del nostro territorio di cui abbiamo parlato solo per il Covid, giustamente per i problemi e per le persone scomparse, ma permettetemi oggi un grazie straordinario per tutte le persone, che, con rischi evidenti, entrano ogni mattina e ogni notte a lavorare. Grazie di cuore da un vecchio sindaco che conosce bene queste strutture da anni e da un figlio che ha avuto entrambi i genitori ricoverati negli ultimi mesi». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Covid-19, i numeri del "Manzoni": occupato l'ottanta per cento dei posti nei reparti ad-hoc. Piena la terapia intensiva

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Ferrovie, sulla Milano-Lecco debutta il treno Caravaggio: «Investimento triennale da un miliardo e mezzo»

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento