Per due weekend sulle piste lombarde skipass gratuiti fino a 16 anni

L'assessore Lara Magoni: «Insieme agli open day sono strumenti che permettono in maniera concreta di sostenere le montagne lombarde»

Due fine settimana gratis, a dicembre (sabato 14 e domenica 15 e sabato 21 e domenica 22) sulle piste da sci per gli under 16 della Lombardia. Segna la sua dodicesima edizione "Open days e Free skipass 2019", l'iniziativa che consente ai ragazzi nati non prima del 2003 e residenti in Lombardia di poter sciare gratis in 44 stazioni.

"Skipass", la tessera per evitare le code su 980 chilometri di piste lombarde

La proposta è stata presentata a Palazzo Lombardia dall'assessore regionale allo Sport e Giovani Martina Cambiaghi. «Una misura che ha già avuto un grande successo nelle scorse edizioni e che certamente favorirà la promozione e la valorizzazione turistica delle nostre montagne - commenta l'assessore regionale al Turismo, Marketing territoriale e Moda Lara Magoni - Lo skipass gratuito, così come gli open day, sono strumenti che permettono in maniera concreta di sostenere le montagne lombarde, facendole conoscere a un pubblico sempre più vasto e sempre più giovane. Regione Lombardia pone particolare attenzione al turismo invernale e, grazie alle sue splendide piste da sci, può diventare particolarmente attrattiva per gli appassionati di tutto il mondo anche in vista delle Olimpiadi del 2026. La Lombardia e lo sci - conclude Lara Magoni - sono un binomio vincente».

Cambiaghi: «Avvicinare i giovani allo sport»

«Si tratta di un'occasione da non perdere - ha spiegato l'assessore Cambiaghi - per avvicinare i giovani lombardi allo sport di montagna, ma anche per imparare il rispetto delle regole e della sicurezza. L'assessorato allo Sport di Regione Lombardia è sempre in prima fila per offrire a tutti la possibilità di godere dell'immenso patrimonio naturale e sportivo della nostra bellissima regione. Nello specifico, in accordo con i gestori degli impianti di risalita e con i maestri di sci, diamo l'occasione a tutti i ragazzi fino ai 16 anni di usufruire dello skipass gratuito nei due weekend di dicembre e a tutti di ricevere lezioni gratis di sci e snowboard. L'obiettivo è contribuire a creare la futura generazione olimpica».

Rispetto delle regole

Sciare in sicurezza è la regola che l'Associazione dei maestri di sci, che aderisce al progetto, si propone di divulgare. Per osservare un comportamento corretto italiani l'Amsi ha stilato una brochure con 12 regole di condotta sulle piste da sci. Le lezioni sono impartite da Leo Monthy, la mascotte della Scuola italiana di sci. I buoni consigli, stampati in italiano e in inglese, sono indicazioni indispensabili per divertirsi sulla neve in modo responsabile e vanno dalle istruzioni per i sorpassi alle soste, dalle traiettorie al rispetto della segnaletica, dalla scelta della direzione ai comportamenti da adottare in caso di incidenti. 

Le scuole di sci che aderiscono all'iniziativa sono 44, suddivise in 5 province. La parte del leone spetta a Sondrio, con 20, seguita da Bergamo con 14 e Brescia con 8. Como e Lecco ne contano una a testa. Nelle due ore di sci gratuite si può imparare sci alpinismo, sci di fondo e snowboard.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per scegliere la propria scuola di sci e prenotare è necessario accedere al sito www.amsi-lombardia.com/open-days-2019.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, il punto: oltre cento tamponi positivi, nel Lecchese superata quota quattromila. "Manzoni": tre posti liberi nei reparti

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

  • Ospedale di Lecco, «in caso di necessità pronti ad accogliere 200 pazienti covid»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento