Coronavirus, al via in Lombardia i test sierologici. Nel Lecchese al via la prossima settimana

L'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera: «È un prelievo ematico che serve per verificare se un organismo ha sviluppato gli anticorpi e se questi sono neutralizzanti per il virus»

Il test sierologico ANDREA CANDALI/ANSA

Da giovedì 23 aprile 2020 una nuova arma per combattere il coronavirus arriverà dai test sierologici sviluppati al San Matteo di Pavia. Si comincia con le aree lombarde più colpite dal virus: Lodi, Cremona, Bergamo e Brescia. Poi i test arriveranno nelle altre province, compresa Sondrio.

Ad annunciarlo nella serata di martedì è stato l'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera. «Da giovedì 23 aprile partiremo con i test sierologici nelle aree più colpite dal Coronavirus. Dal 29 aprile, le analisi saranno estese a tutta la Lombardia», ha detto.

A cosa serve il test e chi lo farà

«Ad oggi, i test che verranno proposti ai cittadini sono stati messi a punto con l'Irccs San Matteo di Pavia e consistono in un prelievo ematico - ha spiegato Gallera - che serve per verificare se un organismo ha sviluppato gli anticorpi e se questi sono neutralizzanti per il virus».

«Per iniziare, effettueremo i test a categorie di cittadini ben definite: i cittadini ancora in quarantena fiduciaria, soggetti sintomatici, con quadri simil influenzali, senza sintomi da almeno 14/21 giorni segnalati dai Medici di Medicina Generale alle Ats; i contatti di casi asintomatici o con sintomi lievi, identificati dalle Ats a seguito dell'indagine epidemiologica già prevista ma senza l'effettuazione del tampone nasofaringeo per ricerca di Sars-Cov-2, anch'essi ancora in quarantena fiduciaria», ha chiaroto l'assessore.

«Alle persone che corrispondono a queste caratteristiche verranno proposti questi test con modalità definite dalle Ats. Costoro dovranno presentarsi in uno dei centri prelievi concordati con le Aziende Socio Sanitarie Territoriali di riferimento. L'esito dei test effettuati sarà comunicato alle Ats di competenza e agli stessi cittadini». 

«La prossima settimana - ha concluso Gallera - le analisi saranno estese a tutta la Lombardia, con priorità alle medesime categorie di persone». Da Regione Lombardia hanno comunicato che ulteriori dettagli sui centri prelievi e sulle relative tempistiche saranno diffusi nei prossimi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Rintracciati i due minori che si erano allontanati dalle proprie case di Verderio e Paderno

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

  • Cadavere nell'Adda: si tratterebbe della donna scomparsa due giorni fa

  • Titolare senza mascherina, clienti all'interno: chiuso bar di Oliveto Lario

Torna su
LeccoToday è in caricamento