Valmadrera, Ztl e navetta: respinta la mozione di Ascolto, se ne riparla per il 2021

La proposta avanzata da Ascolto Valmadrera è stata rigettata nonostante il pieno supporto del Gruppo Lega per Salvini Premier

Una delle tante situazioni che si vengono a creare a Valmadrera

E' stata respinta la mozione, presentata dal Gruppo Ascolto Valmadrera, in merito all'istituzione di un piano per la «gestione delle situazioni di grande afflusso turistico in città». Dopo la lettura del testo, avvenuta per bocca del capogruppo Guido Villa e del consigliere Mauro Dell'Oro, la Lega ha reso noto di aver presentato un emendamento, poi approvato, il sindaco Rusconi ha dato ampio spazio al commento e alle dichiarazioni di voto.

«La realizzazione degli info Point è assolutamente interessante e ci stiamo anche già muovendo con l’assessore Anghileri - ha spiegato Cesare Colombo, capogruppo di Progetto Valmadrera -. L’apertura del parcheggio delle scuole è già oggi fattibile, ma dobbiamo considerare che siamo arrivati a questo momento senza tranquillità, abbiamo lavorato in emergenza per la gestione di alcune tematiche come quella relativa all’accesso ai sentieri. L’idea di realizzare un piano alternativo va accettata e condivisa, ma non in questo momento perché necessita d’investimenti da discutere e pubblicizzare. Il ripensamento del traffico va traghettato alla prossima estate, tamponando la situazione attuale».

«La navetta è fondamentale per Valmadrera, il fallimento passato non può precludere la ripresentazione del progetto in una forma diversa - ha commentato Flavio Nogara della Lega -. Avrebbe successo, ne sono convinto, poichè la zona di Parè avrà un grande futuro e i percorsi naturalistici cresceranno nel numero d'accessi. Non intasare varie zone della città può essere una valida soluzione da inserire nel piano del traffico, difatti l’abbiamo prevista anche tra i punti del nostro programma elettorale. Ci sono molti punti validi nella mozione». «Mi metto a disposizione per guidare la navetta una domenica al mese, se il problema è trovare volontari», gli fa eco Alessandro Leidi, capogruppo del Carroccio.

«Proponiamo cose di buon senso»

«Portiamo in Consiglio cose che riteniamo di buonsenso e il più delle volte sono apprezzate da maggioranza e opposizione. La Ztl divisa a settori sarebbe da valutare e non chiederemmo un’applicazione immediata, bensì per il 2021. Se la navetta rappresenta un costo eccessivo si può passare da un emendamento e toglierla, ma bocciare completamente la mozione non andrebbe incontro alle problematiche della cittadinanza. Telecamere onerose? Sono a supporto per le registrazioni, non fanno parte dei varchi come a Lecco, di conseguenza possono essere tolte al pari della navetta», ha arringato Mauro Dell'Oro.

La parola, quindi, è andata al sindaco Antonio Rusconi: «La risposta l’ho concordata con il Comandante Francese e il responsabile dei lavori pubblici Nava. Le multe date sono nettamente inferiori al 2019 e, inoltre, il Comune non prende un euro dalle sanzioni anti-Covid: non abbiamo bisogno di soldi, come ha scritto qualcuno che era in lista con le minoranze. La Ztl sono state messe in un momento di emergenza, inoltre i “furbetti” non sono mancati… Stiamo pensando a cose di buonsenso anche noi: sono stati creati 200 nuovi posti auto in varie zone, una cartina online dove sono individuabili esercizi commerciali e parcheggi della zona. La navetta ha avuto risultati sconfortanti nei primi anni Duemila, con anche sole 10 presenze giornaliere, e dovrebbe essere supportata dalla creazione di una Ztl più ampia per creare l'obbligo di utilizzo. Quanto parleremo del prossimo Pgt sarà opportuno parlare anche del Piano del Traffico; alcuni problemi sono comunque già stati affrontati e altri sono in fase di verifica» 

La mozione è stata quindi respinta con i voti favorevoli delle minoranze (5) e contrari della maggioranza (10).

La risposta di Rusconi

"Una prima precisazione sul metodo rispetto a questa mozione presentata alla ore 13.23 del 16.6.2020, giorno per cui era convocata  la conferenza dei capigruppo.

Nella stessa ho fatto presente, dato che alcuni punti coincidevano con iniziative dell’Amministrazione ma parimenti la complessità anche economica della stessa tale da sembrare più un emendamento tardivo al bilancio, la possibilità di un accordo tra  i capigruppo per rinviarla al Consiglio comunale di luglio per possibili convergenze.

Il capogruppo Villa il giorno dopo ha risposto dichiarando la disponibilità al rinvio condizionata all’inserimento all’ordine del giorno e a una richiesta del Sindaco di posticipo con riconoscimento del ruolo di Ascolto Valmadrera.

Il Sindaco ha precisato che poteva ringraziare per la disponibilità all’inizio del Consiglio, ma dal momento che un provvedimento è all’ordine del giorno, gli uffici, pur mancando pochi giorni alla convocazione del Consiglio devono preparare i documenti.

Nel merito vorrei fosse evidente che tutte le Amministrazioni Comunali hanno lavorato praticamente fino ad oggi in situazioni emergenziali, con decreti del sabato pubblicati la domenica mattina. Basti pensare ai Comuni di Valmadrera e Civate, gli ultimi a torto  o a ragione, finchè le norme lo hanno consentito, a limitare l’accesso ai sentieri montani, solo ai residenti.

In ogni caso, visto anche dove abito, con le limitazioni e le zone a traffico limitato di quest’anno, sicuramente non abbiamo risolto il problema dell’accesso alle località montane, ma il numero delle vetture è notevolmente diminuito.

Alcune considerazioni rispetto agli aspetti trattati nella mozione:

  • durante quest’anno sono stati realizzati ex novo o riadattati oltre 200 parcheggi  nelle zone chiave turistiche  di Valmadrera:
    • 47 nuovi presso Scuola materna Infanzia Parè
    • 11 nuova Piazza Fontana
    • 29 via San Carlo Borromeo (in via di ultimazione, lavori rallentati causa COVID e scomparsa direttore lavori Colombo);
    • 33 parcheggi pubblici coperti zona Parè Progetto proprietà Colombo Costruzioni, consegna metà luglio;
    • 60 posti parcheggio ottenuto in utilizzo da Lario Reti in località Parè, zona su cui il Comune è in trattativa per acquisto;
    • 55 posti lavori parco Parè, consegna per i primi di agosto.

Ho sottolineato queste premesse perché avere a disposizione in zone cardine oltre 200 parcheggi ci sembra comunque una buona idea.

Proprio per questo grazie all’Assessore Anghileri, dopo un primo incontro con i rappresentanti dei commercianti della zona di Parè, si sta realizzando una cartina online, dove siano individuabili tutti gli esercizi commerciali e i parcheggi in zona.

Sugli altri aspetti della mozione:

  • stiamo lavorando con Fondazione Comunitaria – Lario Reti  e i Comuni vicini per posizionare 2 postazioni di mobilità green (parcheggi biciclette)  presso il Centro Culturale Fatebenefratelli e Parè. Alle ultime due riunioni ha partecipato il Vicesindaco Brioni;
  • esiste già un progetto di una striscia di parcheggi lungo la via Leopardi, realizzato durante la Giunta Marco Rusconi: pensiamo di realizzarlo insieme al Parco urbano.

Su altri punti tipo info-point stiamo lavorando e concordiamo, mentre le priorità indicate dal Comando dei Vigili per le telecamere vanno in altra direzione.

L’esperimento di una navetta da Piazza del Mercato ha avuto per più anni risultati sconfortanti, con presenze giornaliere inferiori alla decina.

Infine l’aspetto che  questa mozione, se approvata non tiene in alcun conto è la tempistica e in questo, soprattutto in tempo di COVID, assomiglia più a un emendamento tardivo al bilancio.

Se penso ai circa 100.000€ che sconteremo sulla TARI a imprenditori e cittadini valmadreresi, alla questione “emergenza scuole” che probabilmente obbligherà il Comune a farsi carico di tutti i costi dell’assistenza per garantire la mensa alla scuola primaria, a adattare altre strutture come classi con costi facilmente intuibili per garantire un minimo di servizio scolastico alle famiglie valmadreresi, ai minimo 300.000 € di minori entrare sulla Casa di Riposo, o di quelle  del  Centro Sportivo o dell’Asilo Nido, io sto dalla parte di prima rispondere ai bisogni fondamentali delle famiglie valmadreresi, soprattutto quelli sociali, poi dei visitatori del sabato e della domenica, anche se la multa non fosse la risposta giusta.

In ogni caso, quando tra pochi mesi affronteremo una Variante Generale del Piano del Governo del Territorio, sarà obbligatorio con la Commissione affrontare il Piano del Traffico e numerosi di questi  problemi lasciati aperti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto detto si esprime parere contrario alla mozione pur considerando che alcuni di essi sono già stati affrontati, altri sono in fase di verifica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba ha fretta di nascere, donna partorisce nel tunnel del Monte Barro

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • Olginate: trovato in fin di vita, ciclista muore lungo l'alzaia

  • «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati», ristoratori egiziani devolvono nuovamente il loro incasso all'ospedale

  • Un panino di due metri e un "bollicine" di 9 litri, festa a San Giovanni per il barista Willy

  • Manifesto accusa Fasoli: «Come Pinocchio». Il sindaco: «Alle urne abbiamo visto tutti come è andata»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento