menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il monumento a Stoppani a Lecco

Il monumento a Stoppani a Lecco

Appello per Lecco, tre serate sulla figura dell'abate Stoppani

Abate, geologo e patriota lecchese: l'associazione è impegnata nel restauro del suo monumento

Tre incontri per conoscere meglio la vita e le opere di Antonio Stoppani, abate, geologo e patriota lecchese: questo il ciclo di conferenze pubbliche organizzato da Appello per Lecco, già impegnata nel restauro del monumento all'autore del Bel Paese.

In tre serate, il 15, il 22 e il 29 aprile, a Lecco, saranno presentati sei aspetti dell'opera di Stoppani: mercoledì 15 aprile, si comincia alla sede di Confindustria di via Caprera, Lecco, dove Tiziana Rota, presidente dell'associazione Amici dei musei del territorio lecchese, che spiegherà il legame fra l'abate e l'arte nella conferenza dal titolo "La figura di Antonio Stoppani nell'arte di Michele Vedani", seguita da "Sugli itinerari geologici e naturalistici di Stoppani" a cura di Annibale Rota, ex presidente del Cai di Lecco, che illustrerà una selezione di itinerari geologici e paleontologici legati all'attività di ricerca svolta dal prelato.

Mercoledì 22 aprile, a palazzo Falck, in piazza Garibaldi, Lecco, si parlerà del rapporto tra l'abate e la cultura universale: la prima conferenza, "Antonio Stoppani tra scienza, divulgazione e museologia", sarà a cura del medievalista Gian Luigi Daccò, che offrirà un excursus sull'impegno dello studioso per connettere ricerca, didattica e divulgazione, per poi lasciare spazio a "Una scienza per tutti: la geologia come consapevolezza", in cui Fabio Stoppani, presidente del Centro studi dedicato all'opera dell'abate, parlerà del ruolo di Stoppani quale fondatore della geologia in Italia.

L'ultimo appuntamento, mercoledì 29 aprile a palazzo delle Paure, piazza XX settembre, Lecco, sarà dedicato alla scienza: Fabio Stoppani, in "Alla scoperta dei petroli d'Italia", racconterà il ruolo di primo piano del geologo nello studio e nella mappatura delle risorse petrolifere italiane, mentre Samuele Francesco Tadini del Centro internazionale di studi rosminiani spiegherà il rapporto fra il pensiero di Stoppani e il "sistema della verità" rosminiano, nella conferenza "Antonio Rosmini e l'unità delle scienze".

Tutte e tre le serate inizieranno alle 18, e al termine di ognuna seguirà un buffet offerto dall'associazione Appello per Lecco. La partecipazione è libera e gratuita.

Commenta Corrado Valsecchi, portavoce dell'associazione: "Appello per Lecco ha pensato che non bastasse il restauro del monumento che pure sta impegnando notevolmente l'associazione in uno sforzo straordinario, ma Antonio Stoppani meritava di essere ricordato per le sue opere e il suo percorso di scienziato con questi tre incontri pubblici. Per la città di Lecco è un onore aver avuto un concittadino geniale che ha nobilitato la nostra città con le sue ricerche, i suoi libri e le sue teorie tutt'oggi attuali come si dimostrerà durante le conferenze alle quali invitiamo i cittadini a partecipare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento