menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ballabio, nell'incontro pubblico protagonista l'ecologia e il territorio

Un anello di sentieri attrezzati intorno a Ballabio

Tanta carne al fuoco: il frutto del lavoro della giunta Consonni, nell'ultimo semestre, è stato illustrato ai cittadini di Ballabio in una serata (venerdì 27 maggio) che ha visto protagonisti anche importanti ospiti, tra gli altri, il mitico Calumer (lo storico scalatore Giuseppe Orlandi, presidente del Cai di Ballabio) e l'intero vertice di Silea spa, ovvero l'amministratore unico Mauro Colombo, il direttore generale Marco Peverelli e il responsabile del settore dei servizi Beniamino Bianco.

Qualche posto vuoto nella sala convegni del Centro polifunzionale, a dimostrazione che la cittadinanza deve ancora prendere confidenza con l'inedita prassi del confronto diretto instaurata dalla nuova amministrazione comunale, ma grande l'interesse dei presenti, che hanno partecipato con tantissime domande a cui nessuno si è sottratto.

Protagonisti quasi assoluti della serata, l'ambiente (inteso come ecologia) e il territorio. Ma anche un comprimario impalpabile eppure determinante. «In questo primo anno - ha infatti spiegato Alessandra Consonni -, tra le diverse cose che abbiamo realizzato, l'opera forse più importante è quella che non si vede. La solidità di una costruzione, infatti, dipende dalle sue fondamenta che, tuttavia, restano nascoste sotto il terreno. La nostra costruzione poggia sulla promessa di non aumentare le tasse e le tariffe comunali. Ci siamo riusciti nel 2015 e nel 2016, e si è trattato di importanti risultati, visto che lo stesso ufficio economico del Comune riteneva inevitabile un inasprimento fiscale per far quadrare i conti, a causa dei tagli governativi». Un risultato, ottenuto grazie alla competenza professionale in materia economica dell'assessore Giovanni Bussola e dello stesso sindaco, a cui ha contribuito anche il regime di rigore introdotto dalla nuova amministrazione. Bussola, con l'aiuto di slide, ha spiegato i meccanismi del bilancio, confermando l'ottimo stato della finanza ballabiese, tuttavia sottoposta ai vincoli romani, e l'abilità dell'amministrazione nel reperire fondi pubblici e approfittare delle "finestre" che consentono le spese.

Un cenno agli investimenti sulla sicurezza, (l'acquisto e il posizionamento delle modernissime telecamere intelligenti, l'acquisizione del terzo agente entro l'estate o, l'assunzione a tempo determinato di un altro operatore, per consentire pattugliamenti notturni, il lavoro per l'istituzione del Gruppo volontari municipali, i contatti in corso per convenzioni operative con altri Comuni) e poi subito spazio alle novità ambientali. In particolare la copertura Wi-fi gratuita di quattro ampi spazi pubblici del paese: i parchi Due Mani e Grignetta, con relative strutture che si prestano alla ricezione di eventi, i giardini della villa municipale con annessi edifici, il centro polifunzionale di Ballabio superiore con la biblioteca. Il tutto per un costo concorrenziale di circa 8mila euro distribuiti in più anni, spesa che l''amministrazione considera anche come un potenziale investimento: «In prospettiva, permetterà di dar vita a sale convegni attrezzate che potranno, dunque, essere affittate a chi viene da fuori per simposi e incontri».
Ma la discussione è entrata nel vivo sulla raccolta dei rifiuti, con l'assessore all'Ambiente Cereda, consulente a livello europeo in materia ambientale, e, soprattutto, la raffica di domande formulate dall'ex assessore all'Ambiente Paolo Dell'Oro, a cui hanno risposto anche gli stessi dirigenti di Silea, intervenuti con le loro slide. Data la specificità della materia, si è pensato di dedicare una seduta esclusivamente al tema rifiuti. Celestino Cereda, reduce da una impegnativa stagione ballabiese (decollo della raccolta porta a porta del vetro, eliminazione delle campane di plastica, archiviazione del lungo periodo di tolleranza del sacco nero, apertura un giorno in più del centro di raccolta comunale, realizzazione del calendario ecologico per i cittadini a costo zero, tavoli di lavoro sull'ambiente, raccolta puntuale per il 2018...) ha presentato il nuovo regolamento della discarica, che ne razionalizza il funzionamento.

Altro piatto forte della serata, il Progetto Sentieri, a cui hanno lavorato le associazioni ballabiesi della montagna (Cai, Alpini, Antincendio boschivo e Cacciatori), al Tavolo di lavoro con sindaco e giunta e, soprattutto, sul campo, raccogliendo materiale necessario a definire un piano di riqualificazione dei sentieri locali, che daranno vita ad un anello attrezzato, curato e attrattivo. Questo impegno ha permesso di partecipare ad un bando: l'amministrazione, come spiegato dall'assessore Anna Consonni e dal Calumer, è in attesa del finanziamento per far partire i lavori, che, peraltro, si gioveranno del contributo di numerosi volontari. L'assessore all'Urbanistica Consonni, d'altro canto, ha al suo attivo la puntuale manutenzione del territorio e i preliminari per l'imminente avvio del rifacimento di alcune vie del vecchio nucleo.


Ultima ma non per importanza, la complessa e articolata area multisettoriale affidata all'assessore Sara Gattinoni, Cultura, istruzione, Sociale, Sport. Un'azione impegnata a ravvivare quelle sinergie associative, a lungo trascurate, che stanno permettendo di rivitalizzare il paese grazie a importanti manifestazioni e iniziative che valicano i confini locali ma anche a sovvenire alle difficoltà quotidiane di tante famiglie messe a dura prova dalla crisi economica. Tra l'altro, l'assessore Gattinoni ha annunciato l'adozione di nuove metodologie nell'azione sul disagio minorile. Confermati tutti i livelli di attenzione sul bisogno per ogni fascia di età, tramite la costante sinergia con l'assistente sociale comunale che consente di avere il quadro della situazione, come dimostrano i numerosi interventi di carattere scio-economico ad personam disposti dall'amministrazione comunale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento