menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ballabio, partiti gli abbellimenti del paese

Al via gli abbellimenti floreali. I primi due interventi all'inizio e alla fine della via Mazzini.

Iniziata una serie di abbellimenti in "punti strategici" del comune di Ballabio. Il primo intervento riguarda la realizzazione di un'aiuola alla fine della via Mazzini, incrocio con la via provinciale. Nello spazio erboso con al centro un masso, sono stati collocati tre cipressi e un'aiuola di begonie, realizzando una composizione di pregio estetico. L'altro intervento dalla parte opposta della via, secondo il criterio di "intercettare" l'affluenza al paese dai due accessi della vecchia e nuova Lecco-Ballabio. Alla rotonda che separa la via Mazzini dalla via Confalonieri è stato collocato un vaso circolare in granito, con all'interno una tuja potata a forma di goccia, e alla base altre piantine di begonia.


«Si tratta - spiega l'assessore al territorio Celestino Cereda - dei primi interventi di abbellimento che questa incerta stagione primaverile ci sta consentendo di realizzare. Se la meteo lo permetterà, nella prossima settimana verranno toccati altri "punti strategici" del paese. In alcune zone verranno collocati altri cipressi, una pianta che, oltre ad esprimere indubbia eleganza, si è rivelata molto indicata per realizzare aiuole ornamentali anche in spazi ristretti, come nel caso dei quattro cipressi donati da una generosa cittadina e piantati ai margini del parcheggio di via Risorgimento: le radici del cipresso, infatti, crescono in profondità e non in larghezza, e non danneggiano muretti contenitivi e marciapiedi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento