Cronaca

La gestione del servizio "Bike Sharing" passa alla comunità montana

La gestione del servizio "Bike Sharing" passa dal Comune di Lecco e di altri comuni alla comunità montana“Lario orientale e valle San Martino”.

La "mobilità dolce" sta diventando protagonista nella viabilità cittadina ma i costi pesano sull'economia amministrativa.  Dopo la prima fase  di fattibilità il Comune di Lecco ha passato la gestione del servizio di "Bike Sharing"alla Comunità Montana che avrà modo di ripianare i costi tramite interventi pubblicitari privati. Per il servizio ora è in funzione il sistema online App Smartphone , che si chiama Bicincittà.

"Tramite questa applicazione gli utenti nuovi possono acquistare l'abbonamento tramite carta di credito - spiega Marco Giuppone, responsabile di Bicincittà. L'applicazione può essere utile anche per gli utenti che già usano il servizio i quali possono, in un certo senso, dimenticare la loro tessera a casa e, usando l'app e la propria password di accesso al servizio, saranno comunque in grado di prendere e restituire le iciclette".

Attualmente sono  320 gli iscritti al servizio che hanno sottoscritto un abbonamento annuale, nel 2014 ci sono stati più di 10mila prelievi e 2mila da inizio 2015 a oggi. Sono quasi 100 le biciclette che sono  disponibili, di cui alcune elettriche,  raccolte in punti di prelievo e consegna posti nella città di Lecco ma anche nei Comuni di Malgrate, Garlate, Olginate, Calolziocorte e Vercurago.

Fra le novità del servizio, a Lecco vi sono poi due nuovi punti in cui si possono acquistare le tessere per usare il mezzo: si tratta dell'edicola di piazza XX Settembre e dell'edicola esterna in piazza stazione, poste entrambe di fronte ad una delle stazioni di prelievo delle bici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La gestione del servizio "Bike Sharing" passa alla comunità montana

LeccoToday è in caricamento