menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carnevale, un'ordinanza del sindaco vieta i botti

Punibile con una multa da 25 a 500 euro chi verrà sorpreso con petardi e altro materiale esplosivo

Nella settimana di Carnevale banditi fuochi d'artificio, botti e petardi nella città di Lecco. A stabilirlo è una recente ordinanza emanata dal sindaco Virginio Brivio, a tutela della pubblica incolumità e della quiete. Dal 15 al 21 febbraio dunque, chiunque verrà sorpreso e trasportare in luoghi pubblici o aperti al pubblico materiale esplodente, accendere fuochi e far esplodere petardi o simili, sarà punibile con una sanzione che va dai 25 ai 500 euro, come si legge nel documento, consultabile sul sito Internet comunale in albo pretorio.

«Stando a quanto rilevato in passato -si legge nell'ordinanza - il rischio che si verifichino episodi di disturbo della quiete pubblica nelle giornate di Carnevale, con danni alle persone o alle cose e ai monumenti aumenta, così come la necessità di tenere alta l’attenzione e garantire che le manifestazioni, programmate e spontanee, si svolgano nelle condizioni migliori».

La Polizia locale e le forze di polizia dello Stato saranno presenti per vigilare che siano rispettate le regole in tutta la città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento