rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca Pescate / Parco Addio Monti

Reti divelte e pali spostati per passeggiare nel cantiere del Quarto ponte: "Rischiano una denuncia"

A Pescate c'è chi non vuole rinunciare al parco Addio Monti ora chiuso per lavori, ma il sindaco Dante De Capitani mette in guardia: "Le immagini delle telecamere a disposizione delle forze dell'ordine"

Reti divelte e pali di recinzione spostati per poter entrare nel parco Addio Monti di Pescate, ora area di cantiere per la realizzazione della terza corsia del ponte Manzoni.

Storie di ordinaria maleducazione e mancato rispetto delle regole: è quanto accaduto domenica. Complice la bella giornata in molti, forzando gli ingressi, sono entrati nel parco anche con passeggini e biciclette, specialmente dall'ingresso di via Alzaia.

A denunciarlo è direttamente il sindaco di Pescate Dante De Capitani. "Purtroppo sono in molti a non avere ancora capito che quello non è più un parco accessibile a tutti, ma un'area di cantiere privata, il cui accesso è consentito solo alle maestranze impegnate nei lavori. I trasgressori quindi rischiano una denuncia da parte dell'impresa assegnataria dei lavori per violazione di proprietà privata qual è appunto considerata un'area di cantiere e per danneggiamenti alle recinzioni".

Le reti spostate sul cantiere del Quarto ponte a Pescate (1)

Nemmeno il sindaco può entrare

Non solo, rimarca De Capitani: "Tengo a sottolineare che il sindaco, proprio per il fatto che l'area è ora considerata privata, non è più responsabile della stessa e nemmeno può entrare in cantiere senza l'autorizzazione del direttore dei lavori".

Non si tratta di una semplice 'bravata' o di un'azione compiuta a cuor leggero: probabile uno strascico giudiziario. "Il direttore del cantiere nella giornata odierna (lunedì, ndr) si è presentato alla caserma dei carabinieri di Olginate per produrre denuncia contro ignoti - prosegue Dante De Capitani - La polizia locale è in possesso delle immagini dell'impianto di videosorveglianza di via Alzaia che testimoniano le violazioni, e che saranno messe a disposizione delle forze dell'ordine. La direzione di cantiere ha manifestato al sindaco il fatto che provvederà a incaricare una società di vigilanza privata per presidiare il cantiere durante i fine settimana in modo da evitare invasioni di campo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reti divelte e pali spostati per passeggiare nel cantiere del Quarto ponte: "Rischiano una denuncia"

LeccoToday è in caricamento