menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, tende fuori dal penitenziario per i casi di sospetto contagio da Covid-19

La Protezione civile ha terminato con il montaggio delle strutture

«La Protezione civile sta completando il montaggio di tende triage fuori da ospedali e penitenziari lombardi che ne hanno fatto richiesta». Uno strumento con «una funzione molto utile», perché nelle strutture sanitarie permettono di diversificare i percorsi dei pazienti che si rivolgono al Pronto soccorso - fra casi di sospetto Coronavirus e altri problemi medici - e nelle carceri di misurare la temperatura ai visitatori. Lo ha spiegato in conferenza stampa l'assessore a Territorio e Protezione civile della Regione Lombardia, Pietro Foroni.

«Fino ad oggi sono 2.500 i volontari di protezione civile impiegati sul fronte Covid-19, specie nella provincia di Lodi, Bergamo e Cremona», ha riferito. «I punti triage finora sono stati montati negli ospedali di Bergamo, Crema, Cremona, Casalmaggiore, Brescia, Chiari, Iseo, Monza e Mantova - ha elencato Foroni - con 450 volontari. Domani dovrebbero essere arrivati i permessi per montare una tenda anche fuori dall'ospedale di Alzano Lombardo», mentre per quanto riguarda i penitenziari «tende sono state posizionate dalla Protezione civile fuori dalle carceri di Pavia, Vigevano, Bollate, Voghera, Monza, Milano Beccaria e San Vittore, Mantova, Brescia più di uno, Bergamo, Lecco e Lodi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazione anti-covid, da giovedì possono prenotarsi 22mila lecchesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento