Civate, torna in azione la "banda dei decespugliatori"

Dopo il raid a San Pietro al Monte, derubati cascinali nelle località Oro e Linate

Civate, torna in azione la banda dei decespugliatori.

Dopo il colpo portato a termine nelle scorse settimane a San Pietro al Monte, quando venne rubata l'attrezzatura utilizzata dai volontari che si occupano di tenere pulita la zona adiacente la basilica, i malviventi sono tornati a prendere di mira il territorio civatese.

Stavolta il blitz ha interessato dei cascinali posti nelle località Linate e Oro. "Sono stato avvisato dai proprietari di quanto accaduto - racconta il sindaco Baldassare Mauri - Ieri mattina, mercoledì, hanno trovato divelte le porte di accesso ai loro edifici. Dentro, i soliti ignoti avevano fatto man bassa. In particolare si sono appropriati di strumenti utilizzati per la cura della campagna e del bosco, come motoseghe e decespugliatori".

Un colpo che ricorda quello compiuto ai danni dell'associazione Amici di San Pietro al Monte. "La matrice sembra essere la stessa - prosegue il primo cittadino - E' evidente che quanto accaduto abbia generato parecchia amarezza tra le vittime e preoccupazione in paese. Purtroppo le aree prese di mira dai ladri sono molto periferiche. Quindi difficili da tenere sotto controllo. Le forze dell'ordine stanno comunque continuando a pattugliare il territorio con grande attenzione e professionalità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 89 casi in Lombardia. Domenica si ferma tutto lo sport anche a Lecco

  • Coronavirus: scuole chiuse nel Lecchese, supermercati presi d'assalto. Al "Manzoni" il contagiato valtellinese

  • In arrivo ordinanza della Regione per chiudere le scuole in Lombardia

  • Coronavirus: 172 casi in Lombardia, sei decessi. Migliorano le condizioni del giovane al "Manzoni". Treni: -60%

  • Nuova interdittiva antimafia del Prefetto: colpiti "Lungolago" e "Tabula Rosa"

  • Coronavirus, nuovo bollettino: quattordici contagiati, MilanoToday intervista il paziente "zero"

Torna su
LeccoToday è in caricamento